giovedì 4 giugno 2015

L'arte svelata. Ascoltare lo sguardo, fissare le parole - Sonia Benevelli

Ultimo incontro per il ciclo "L'arte svelata. Ascoltare lo sguardo, fissare le parole", curato da Pina Tromellini in luoghi insoliti a Reggio Emilia e in provincia. Appuntamento sabato 6 giugno, alle ore 17.00, nella Casa dei Burattini di Otello Sarzi (Via del Guazzatoio, 12), con Sonia Benevelli, docente, arteterapeuta e pittrice. 

Il progetto nasce dall'incontro di sei artiste donne che narrano storie intessute di fatiche e ricerca, di approfondimenti e di distacchi, di accadimenti e di ritorni. I luoghi della narrazione sono luoghi "altri" così da moltiplicare il piacere dello svelamento che si intreccia con il desiderio di conoscere e di farsi ascoltare. 

Scrive Pina Tromellini, «È possibile reinventare un cammino artistico, al di là delle istituzioni tradizionali se si creano obiettivi forti e provocatori all’interno di professionalità codificate nel tempo. La Cultura ha bisogno di rompere alcuni schemi per riacquistare quella forza di cui parlava Maurice Béjart quando sottolineava che l’arte deve vivere nelle strade, nelle case e nella vita. La creatività appartiene all’umano e deve riemergere nella quotidianità. Al cospetto di un’opera, chi ne fruisce si trova di fronte ad un mistero: tante sono le domande che ne scaturiscono (oppure neppure una in quanto l’arte si consuma in grande silenzio). Che cosa ha voluto dire l’artista? Quali pensieri l’hanno condotto a tale risultato? Quali i maestri, quale contesto sottendono all’opera? Raccontare e raccontarsi costituisce per un artista un valore aggiunto che colloca il suo lavoro in una dimensione umana e comunicativa».

Sonia Benevelli dipinge su tavola con pigmenti, colori acrilici e ad olio, ai quali intreccia inserti materici quali sabbie, garze, tele, fili e frammenti di vetro. Predilige lavorare su forme ovali che ritiene più morbide e meno definitive.

La manifestazione si ripeterà nel 2016 con altre autrici. L'accesso agli incontri è su invito. Per informazioni: cell. 348 7245795, pina.tromellini@libero.it. Report fotografico della rassegna a cura di Alfredo Anceschi.