sabato 25 gennaio 2020

Workshop e incontri per il pubblico al Mart

Di seguito le attività programmate per il mese di febbraio 2020 al Museo di arte e moderna e contemporanea di Trento e Rovereto : 


 WORKSHOP 

Domenica 16 febbraio 2020
ore 14.00-18.00, Mart Area educazione
Icone per esprimersi. Semplificare attraverso il disegno e il racconto.
a cura di Housatonic

Vorresti raccontare la Divina Commedia con qualche disegno? Ti piacerebbe illustrare il Giudizio Universale ma non ti senti ispirato come Michelangelo? Non c’è bisogno di girarci troppo attorno per farsi capire: quel che importa è arrivare dritti al punto. Se pensi che sintetizzare attraverso le immagini sia difficile, questo workshop può darti una mano!
Nel corso di una giornata, disegnatori entusiasti uniranno le proprie forze per avvicinarsi all’affascinante mondo delle icone. Parte integrante del nostro quotidiano anche quando non ce ne accorgiamo, le icone sono in grado, con la loro “semplicità”, di esprimere concetti molto complessi tramite un linguaggio efficace composto il più delle volte da pochi elementi.
Il tema della sintesi grafica verrà avvicinata partendo dalla teoria per poi passare a sessioni pratiche, in cui verrà realizzata una rilettura di celebri storie utilizzando esclusivamente le icone progettate dai partecipanti.
Un workshop per tutti coloro che sono vicini al mondo della comunicazione visiva, alle persone interessate a migliorare il loro modo di prendere appunti, di fare riassunti e mappare argomenti. 

Housatonic è uno studio con sede a Bologna che crede nello sviluppo di idee e in una cultura orizzontale basata su collaborazione, supporto reciproco, apprendimento attraverso il fare e la ricerca continua. Lo studio si occupa di facilitazione grafica, progettazione e facilitazione di eventi, illustrazione, grafica, animazione e sviluppo di contenuti originali. 
www.housatonic.eu

Costo: € 61 (€ 49 Membership, under 29, over 65, docenti e operatori didattici) 
I docenti possono richiedere l'attestato di frequenza valido ai fini dell'aggiornamento.  
Prenotazione obbligatoria
T 0464.454135-108 
education@mart.trento.it


 ZOOMMART. L'OPERA DA VICINO  

Proseguono gli incontri di approfondimento dedicati alle Collezioni del Mart.
Il progetto, in collaborazione con l' Università di Trento, coinvolge quattro studenti dei corsi di laurea triennale in Beni Culturali e magistrale in Arte che hanno scelto un'opera del Mart da presentare al pubblico del museo in occasione degli Open Day.

Domenica 2 febbraio 2020
ore 16.00-16.30, Mart Sale espositive
Galileo Galilei in Lego 
di Ai Weiwei
a cura di Elettra Prelli

Partecipazione gratuita senza prenotazione.


 MART BLABLA 

Gli appuntamenti in lingua straniera nelle sale del museo sono un modo diverso per imparare ed esercitare una lingua straniera a contatto con le opere delle mostre e delle Collezioni del Mart.

Venerdì 7 febbraio 2020
ore 18.00-19.30, Mart Sale espositive
Mart Blabla English

Venerdì 14 febbraio 2020
ore 18.00-19.30, Mart Sale espositive
Mart Blabla Deutsch
Incontro a cura della mediatrice tedesca Petra Schoeler.

Venerdì 14 febbraio 2020
ore 18.00-19.30, Mart Sale espositive
Mart Blabla Français
Incontro a cura della mediatrice francese Olivia Delage.

Costo: € 6. 
I docenti possono richiedere l'attestato di frequenza valido ai fini dell'aggiornamento. 
Prenotazione obbligatoria
T 0464.454135-108 
education@mart.trento.it



 DANZARE LA RIVOLUZIONE.
IL LICEO COREUTICO DI TRENTO NEGLI SPAZI DEL MART 

Il  Liceo Musicale e Coreutico di Trento, in collaborazione con l'Area educazione e mediazione culturale del Mart, interpreta la storia e la rivoluzione di Isadora Duncan con brevi performance degli allievi della scuola. Un mosaico danzato negli spazi del museo che si ispira alla libertà espressiva della celebre coreografa americana. 

Domenica 9 febbraio 2020
ore 16.00, Mart Foyer del secondo piano
Performances 
a cura degli studenti del  Liceo Bonporti di Trento.

Sabato 29 febbraio 2020
ore 15.30 e 16.15, Mart Foyer del secondo piano
La danza del futuro
Interventi coreografici e musicali a cura dei docenti Francesca Aste, Francesco Ferrarrini, Antonio Fracchetti, Gabriella Cavallaro, Nina Ejdziukiewicz, Laura Frangella e Laura Zago.

Partecipazione gratuita senza prenotazione.


 INCONTRO  

Domenica 16 febbraio 2020
ore 11.00-12.00, Mart sale espositive
Echi di Isadora 

Un itinerario sonoro nella mostra Danzare la rivoluzione. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia , a cura del quartetto di clarinetti del Gruppo Strumentale Giovanile di Lavis, con il coordinamento di Ivan Villanova. La narrazione della vita di Isadora Duncan si alternerà all'esecuzione di brani di Vivaldi, Haydn, Mozart, Donizetti, Paganini e Jacob.

Costo: € 2, acquistabile il giorno stesso dalle ore 14.00 in biglietteria, massimo due per persona, fino a esaurimento posti. 


 INCONTRO  

Giovedì 27 febbraio 2020
ore 17.00-19.00, Mart Area educazione
Tecniche e strumenti per disegnare e colorare

L'incontro, nato in collaborazione con la Cartoleria Marco di Rovereto e la nota ditta Jolly, illustra alcune tecniche utili per sfruttare al meglio i materiali didattici inerenti l'espressione grafica.
L'appuntamento è valido ai fini dell'aggiornamento e, a conclusione dello stesso, saranno distribuiti in omaggio alcuni prodotti di Jolly.

Partecipazione gratuita
Prenotazione obbligatoria
T 0464.454159-108 
education@mart.trento.it


 VISITE GUIDATE   

Mart Rovereto
Domenica 2, 9, 16 e 23 febbraio
ore 15.00-16.00
Visita guidata alla mostra Danzare la rivoluzione. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia
Costo: € 2.
Acquistabile il giorno stesso, dalle ore 14.00, in biglietteria del museo.


Casa d'Arte Futurista Depero
Domenica 2 febbraio
ore 11.00-12.00
Visita guidata alla Casa d'Arte Futurista Depero e alla mostra Tuuumultum! Campionature tra arte, musica e rumore dalle Collezioni del Mart
Costo: € 2, senza prenotazione.


MART ROVERETO
Corso Bettini 43, 38068
Rovereto (TN)
T 0464 438887
Numero verde 800 397760
info@mart.trento.it

venerdì 24 gennaio 2020

Artista, chi sei? Mariapia Fanna Roncoroni

L'esposizione, promossa dalla Città di Treviso e organizzata dai Musei Civici con l’Archivio Mariapia Fanna Roncoroni (Associazione che si occupa dello studio e della valorizzazione delle opere dell’artista) celebra 70 anni di attività artistica di Fanna Roncoroni che, nella sua lunga vita (nasce nel 1925 e muore a 93 anni nel 2018), sperimenta, mantenendo uno stile personalissimo, diversi materiali, tecniche e linguaggi: settant’anni di produzione creativa di un’artista che ha sempre lavorato «tra ribellione e ricerca di bellezza» attraversando, anticipando e affiancando stili e linguaggi del mondo artistico contemporaneo. 

In mostra oltre duecento opere dislocate su due sedi, nelle sale al piano terreno del Museo Bailo e nei vasti spazi di Casa Robegan, che narrano una vicenda artistica tanto poliedrica quanto originale; opere di dimensioni variabili, da pochi centimetri a diversi metri, le quali sono il risultato di incursioni che hanno condotto l’artista a utilizzare tecniche e stili differenti, dal Figurativo al Concettuale, nonché a fare uso di materiali eterogenei, dal cartoncino al bronzo, dal ferro al plexiglas, dalla terracotta al pelouche. 

Nell’allestimento, curato da Mara Zanette, il percorso cronologico cede talora il passo ad accostamenti tematici ed è accompagnato da pensieri tratti dai quaderni di appunti dell’artista, che vogliono dare l’impressione che sia LEI in mostra a raccontare le sue opere, fornendo al visitatore le chiavi di lettura necessarie per comprendere le ragioni che stanno dietro ai lavori. La presenza dell’artista è quanto mai tangibile nelle foto che la ritraggono al lavoro. 

Dagli "Studi della natura" a "Muta Protesta", il visitatore sperimenterà nel percorso dell’esposizione situazioni emozionali diverse, la cui temperatura resta sempre elevata e la cui tensione permane viva e tangibile. 

L'artista e il suo cammino 
Mariapia Fanna Roncoroni nasce nel 1925 a Milano, dove inizia a dedicarsi all’arte alla Scuola di Arturo Colombo e di Mario Vellani Marchi. Dopo una formazione internazionale, che la vede proseguire gli studi in Svizzera e in Argentina, si stabilisce a Treviso nel 1950. Cosmopolita per cultura e ispirazione, è chiamata da gallerie e musei di tutto il mondo a partecipare a collettive o ad allestire personali, da Roma a Vienna, da Milano a Buenos Aires, da Düsseldorf a Parigi, da Lisbona a New York. Presenza costante alle diverse edizioni di Arte Fiera a Bologna, ha portato le sue performances al Petit Palais di Parigi e le sue opere alla Biennale d’Arte di Venezia (1995; 2017). 

Anticonformista e pronta ad aderire in prima persona a iniziative che sente come urgenti nella causa dei diritti umani, è pioniera in campo artistico nell’esprimere le urgenze della lotta per il riconoscimento di maggiori diritti alle donne. La sua originale visione poetica è frutto di meditate progettazioni, ispirate all’osservazione della natura, agli studi scientifici e agli accadimenti che la vita le riserva. La sua ricerca si tiene al passo con quanto producono i movimenti artistici sulla scena italiana e internazionale contemporanea e converge con le tendenze espressive più attuali, in qualche caso anticipandole. 

Tra LUILEI, segno-simbolo denso di significato, i dedalici percorsi dei Labirinti, il silenzio dei Libri Muti trafitti da chiodi acuminati, l’ironia dei fogli di Mail Art e la vivida indignazione di Muta Protesta, l’artista ricerca e restituisce, al di là di orrori e brutture che avvelenano il mondo, la bellezza che la vita è, comunque e sempre, in grado di generare. La scritta Artista, chi sei? incisa in una lastra di marmo sulla finestra del suo atelier, resta ancora oggi senza risposta.





martedì 21 gennaio 2020

Artisti, medium e mercati: nuove traiettorie in Italia.

Flash Art, per il secondo anno content partner di Arte Fiera, cura un ciclo di 13 conversazioni intitolato “Artisti, medium e mercati: nuove traiettorie in Italia”. Un momento indispensabile per stimolare la riflessione attorno ai temi d’attualità del sistema dell’arte contemporanea.



Inaugura il ciclo Michelangelo Pistoletto (venerdì 24 gennaio) che parlerà di arte come innovazione sociale e “cura”. Seguirà una riflessione sul valore delle opere d’arte in relazione al mercato con esperti del settore. “La Pittura come storia italiana” è una conversazione fra Laura CherubiniAndrea Viliani e Nicola De Maria e ripercorre la storia della pittura italiana fra il 1959 e il 1979.

La seconda giornata (sabato 25 gennaio) sarà dedicata al tema del medium. Si aprirà con uno dei massimi protagonisti di Fluxus in Italia, Gianni Emilio Simonetti, in dialogo con Luigi Bonotto e Patrizio Peterlini; a seguire, una riflessione sugli sviluppi più contemporanei dei media studies, e Paolo Icaro che rifletterà sui concetti di “resistenza” e “limite” insieme a Cecilia Canziani. Concluderà la giornata una tavola rotonda sul tema della committenza legata alla fotografia, promossa dall’Istituto dei Beni Culturali dell’Emilia-Romagna.

Il terzo e ultimo giorno (domenica 26 gennaio) si aprirà con la pittura di Franco Angeli, oggi al centro di un rinnovato interesse internazionale: ne parleranno Maria Angeli e Raffaella Perna, coordinatrice quest’ultima anche della tavola rotonda “Arte e Femminismi” insieme alle artiste Paola Mattioli e Silvia GiambronePatrick Tuttofuoco parlerà invece di produzione artistica e nuovo collezionismo con Gea Politi e Cristiano Seganfreddo, editori di Flash Art. I temi della conservazione e mantenimento delle opere d’arte e della loro circolazione concluderanno queste giornate di approfondimenti.

Special guest fra un talk e l’altro è l’artista Alessandro Bosetti con i suoi interventi performativi, surreali rielaborazioni di voci registrate in fiera.


PROGRAMMA

venerdì 24 gennaio

ore 12.00 – 13.00
Tavola rotonda: “L’Arte della Cura
Moderatore: Lorenzo Fazio
Relatori: Michelangelo PistolettoPaolo NaldiniFlavio Ronzi
Lo scorso anno, CRI – Croce Rossa Italiana e Fondazione Pistoletto hanno siglato un patto dedicato all’Arte della Cura. Arte come innovazione sociale e grimaldello per il cambiamento, arte come medicina per curare le ferite, per sanare i dolori e i disagi. Insieme, CRI e Fondazione Pistoletto hanno iniziato un percorso dove volontari e artisti, insieme, si dedicano alla cura di territori e di comunità. Nella conversazione moderata da Lorenzo Fazio, editore di Chiarelettere e Il Fatto Quotidiano, interverranno l’artista Michelangelo Pistoletto insieme a Paolo Naldini, direttore di Fondazione Pistoletto, e Flavio Ronzi, segretario generale di CRI.

ore 13.00
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti
Nel corso dei tre giorni di Arte Fiera l’artista Alessandro Bosetti, microfono alla mano, raccoglierà un corpus di brevissime interazioni verbali con i partecipanti della fiera (visitatori, espositori, tecnici, artisti…) per poi restituirle in una serie di interventi performativi posizionati negli interstizi e negli intervalli temporali del programma dei Talk. L’Ombra è un progetto di Oplà. Performing Activities, il programma di live arts di Arte Fiera.

ore 13.15 – 14:00
Presentazione volume: “Una Storia d’arte
Moderatore: Andrea Viliani
Relatori: Michele BonuomoLaura TrisorioLucia Trisorio
La storia dei quarantacinque anni di attività della galleria d’arte Studio Trisorio presentata da Andrea Viliani, direttore del CRRI - Castello di Rivoli Research Institute, e raccontata da Lucia e Laura Trisorio insieme a Michele Bonuomo, editore di Cairo. Un viaggio appassionante nel mondo dell’arte contemporanea che ripercorre gli esordi della galleria nei primi anni Settanta a Napoli attraverso le mostre d’avanguardia dedicate alla performance, alla fotografia e alla videoarte, gli album dei ricordi della Villa Orlandi di Anacapri dove amavano soggiornare artisti come Cy Twombly, Joseph Beuys e Jannis Kounellis, gli anni dello spazio romano, la nascita e il successo del Festival Artecinema, fino all’apertura della nuova sede nelle scuderie di Palazzo Ulloa dove oggi la storia continua.

ore 14.30 – 15.15
Tavola rotonda: “Il valore dell’opera. La stima accettata, come proteggere la propria collezione, le garanzie del mercato
Moderatore: Enrico Callegaro
Relatori: (I) Luca Morazzoni (Wide Group Spa), (II) Annapaola Negri Clementi (Studio Negri Clementi di Milano), (III) Paolo Frassetto (Liberty Specialty Markets)
Wide Group Spa, Studio Negri Clementi, Milano e Liberty Special Markets, coordinati da Enrico Callegaro, insurance manager di Wide Group Spa, si confrontano sul tema del valore dell’opera d’arte affrontandone rispettivamente le seguenti tematiche: (I) il mercato dell’arte: numeri, polizze, soluzioni e compagnie; (II) le pratiche relative all’acquisto dell’opera d’arte; (III) l’analisi e la valutazione delle collezioni private, la stima accettata e le soluzioni applicabili.

ore 15.45
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 16.00 – 17.00
Premiazione Arte Fiera

ore 17.00 – 18.30
Conversazione: “La Pittura come storia italiana. Prima che la pittura ritorni: 1959-1979
Relatori: Laura CherubiniAndrea VilianiNicola De Maria
Partendo da una citazione di Gino De Dominicis “La pittura è una storia italiana” Laura Cherubini, critica d’arte e docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Brera, Milano, e Andrea Viliani, direttore del CRRI - Castello di Rivoli Research Institute, ci raccontano una nuova possibile storia della pittura italiana in un viaggio-manifesto che ripercorre la storia della pittura nel nostro Paese tra il 1959 e il 1979. Questo “feuilleton” in tre puntate, pittorico e appassionato, alla scoperta di territori sconosciuti quanto inesplorati, è in corso di pubblicazione su Flash Art. Gli autori, insieme a Nicola De Maria, artista che compare nel terzo e ultimo capitolo di questa narrazione, ne ripercorrono i passaggi.

ore 18.30
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

Sabato 25 gennaio

ore 12.00 – 13.30
Conversazione: “Intermedialità e Fluxus
Moderatore: Cristiano Seganfreddo
Relatori: Luigi BonottoPatrizio PeterliniGianni Emilio Simonetti
Nel 1966 Dick Higgins introdusse il concetto di “intermedia” nel tentativo di descrivere le nuove forme d'arte apparse tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Sessanta. A distanza di oltre mezzo secolo, questo concetto è ancora valido? Risponde ancora a una necessità o è accademismo? Luigi Bonotto e Patrizio Peterlini, rispettivamente fondatore e direttore artistico della Fondazione Bonotto, si confrontano con Gianni Emilio Simonetti, uno dei massimi rappresentanti del movimento Fluxus in Italia. L’incontro è moderato da Cristiano Seganfreddo, editore di Flash Art.

ore 13.30
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 14.00 – 15.30
Tavola rotonda: “Una nuova medialità
Moderatore: Eleonora Milani
Relatori: Vincenzo EstremoIlaria GianniStefano MuduRiccardo VenturiRiccardo Benassi
Gli anni Novanta hanno contribuito alla proliferazione delle teorie di espansione del medium evidenziandone il suo carattere polisemico, andando oltre la sua specificità legata alle rispettive forme artistiche. Oggi si pensa al medium quasi sempre in relazione al suo carattere immersivo, e si leggono le esperienze artistiche come ambienti o sistemi articolati che avvolgono lo spettatore. La conversazione moderata da Eleonora Milani, caporedattrice di Flash Art, rifletterà sulla natura relazionale del medium attraverso i contributi dei ricercatori e critici d’arte Vincenzo Estremo, Stefano Mudu, Riccardo Venturi, alla curatrice Ilaria Gianni e all’artista Riccardo Benassi. 

ore 15.30
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 15.45 – 16.30
Conversazione: “Resistenza e limite nel lavoro di Paolo Icaro
Relatori: Cecilia CanzianiPaolo Icaro
Il lavoro di Paolo Icaro abbraccia un arco di tempo lungo cinquant’anni. Sin dagli esordi la sua ricerca è stata caratterizzata dall’attenzione al processo: il disfare, come contraltare del fare; la gravità come elemento costitutivo della forma, e la leggerezza come suo necessario termine dialettico; il limite (della materia, del corpo, del linguaggio) come condizione da sottoporre a verifica e da trasgredire; lo spazio come scultura e la scultura come disegno dello spazio; il non finito, o infinito, come potenzialità dell’opera. La conversazione tra Paolo Icaro e Cecilia Canziani, storica dell’arte e curatrice indipendente, si svolge a partire da questi termini, tenendo sullo sfondo una serie di opere dell’artista dagli inizi a oggi. 

ore 17.00– 17.45
Tavola rotonda: “Voci e forme della committenza fotografica
Moderatori: Laura MoroMatteo Balduzzi
Relatori: Paola De PietriMario PelitiJacopo ValentiniFrancesco Zanot
Diversi protagonisti della scena fotografica contemporanea – gli artisti Paola De Pietri e Jacopo Valentini, l’editore e gallerista Marco Peliti e il curatore Francesco Zanot – riflettono sulle modalità attuali dello sviluppo di committenze fotografiche e sui nuovi scenari di produzione: dalla dimensione pubblica a quella privata, dalla produzione individuale a quella collettiva si delineano oggi nuove dinamiche tra committente, artista e pubblico. L’incontro è moderato da Laura Moro, direttrice di IBC – Istituto Beni Culturali dell’Emilia Romagna e Matteo Balduzzi, curatore del MUFOCO – Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo.

ore 18.00
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

domenica 26 gennaio

ore 11.30 – 12.15
Conversazione: “Franco Angeli: una pittura ‘Novissima’”
Relatori: Raffaella PernaMaria Angeli
La pittura “Novissima” di Franco Angeli, oggi al centro di un rinnovato e crescente interesse internazionale, si è distinta per la capacità di coniugare nuovi valori estetici, sviluppati attraverso una ricerca condotta con mezzi squisitamente pittorici, e istanze politiche radicali. Sull’attualità del suo lavoro si confronteranno Maria Angeli, direttrice dell’Archivio Franco Angeli, e Raffaella Perna, storica dell’arte e curatrice, in un dialogo volto a riflettere non soltanto sulle opere degli anni Sessanta, ma anche sulle fasi e i lavori successivi dell’artista.

ore 12.15
* Sound performance: L’Ombra
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 12.30 – 13.45
Tavola rotonda: “Arte e Femminismi
Moderatore: Raffaella Perna
Relatori: Silvia GiambroneFrancesca GuerisoliPaola MattioliPaola Ugolini
Con quali strategie e in quale misura il femminismo ha ridefinito i parametri della curatela? È possibile oggi proporne una narrazione alternativa? Attraverso un confronto tra le curatrici Francesca Guerisoli e Paola Ugolini e le artiste Silvia Giambrone e Paola Mattioli il talk Arte e femminismi, coordinato da Raffaella Perna – curatrice dell’omonima rubrica di Flash Art, online su www.flash---art.it – propone una riflessione sugli attuali sviluppi del rapporto tra pratica curatoriale e pensiero femminista alla luce del recente dibattito nazionale e internazionale.

ore 13.50
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 14.30 – 15.15
Conversazione: “Limited is not a limit
Relatori: Gea Politi, Cristiano Seganfreddo, Patrick Tuttofuoco
Gli editori di Flash Art Gea Politi e Cristiano Seganfreddo, in dialogo con l’artista Patrick Tuttofuoco, affronteranno i meccanismi di produzione di contenuti e di opere in un contesto globale e digitale in radicale cambiamento come quello attuale, che offre nuove prospettive all’arte contemporanea e al collezionismo.

ore 15.30
* Sound performance: L’Ombra 
  Artista: Alessandro Bosetti

ore 15.45 – 17.15
Tavola rotonda: “La circolazione delle opere d’arte contemporanea sul mercato
Moderatori: Roberto FarnetiFrancesco Montanari
Relatori: Stefano BrunoSilvia GiorgiLavinia SaviniMassimo Sterpi
La tavola rotonda avrà come oggetto varie e complesse problematiche – civilistiche, tributarie e penali – connesse alla circolazione delle opere d’arte sul mercato nazionale e internazionale. Il dibattito, moderato da Roberto Farneti e Francesco Montanari, docenti universitari di diversa estrazione culturale, vedrà come protagonisti Stefano Bruno, Silvia Giorgi, Lavinia Savini, Massimo Sterpi, giuristi esperti del settore.

ore 17.30 – 18.50
Tavola rotonda: “Gestione, conservazione e mantenimento delle opere d’arte contemporanea
Moderatori: Roberto FarnetiFrancesco Montanari
Relatori: Andrea PizziAlessandro PomelliRosalia Di MuroIsabella Villafranca Soissons
La tavola rotonda, moderata in chiave interdisciplinare da Roberto Farneti e Francesco Montanari, verterà su taluni profili tecnici e giuridici relativi alla conservazione e manutenzione delle opere d’arte contemporanea. Questa seconda sessione coinvolgerà profili provenienti da diverse discipline: Andrea Pizzi, Alessandro Pomelli, Rosalia di Muro, avvocati e dottori commercialisti che da anni si occupano di arte e diritto, e Isabella Villafranca Soissons, responsabile dei Laboratori di Restauro di Open Care, Milano.


PARTNER ARTE FIERA 2020
Partner: UBS
Content Partner: Flash Art
Online Partner: ARTSY
Media Partner: Corriere della Sera
Partner Premi: Casa Mediolanum PadovaWIDE GroupA CollectionRotary
Partner Progetto WelcomeBPER Banca
In kind Partner Progetto Welcome: Italia ZuccheriSpace World Air
Green Partner: Refill
Partner Courtesy Emilia-Romagna: Regione Emilia-RomagnaAlma Mater Studiorum – Dipartimento delle ArtiSpedart
Partner Culturali: ANGAMCFondazione GolinelliIBC Emilia-RomagnaTeatro Comunale di Bologna
Automotive Partner: Mercedes-Benz Stefauto
Champagne Partner: Club Excellence
Art Services Partner: Art Defender
Style Partner: Orea Malià, Matteo Thiela
Vip Lounge Technical Partner: ArtemideMelograno BluJulia MarmiDimensione Parquet,
LAGOBaboonThree Life LabAdrenalina
Vip Lounge Concept by: Davide Vercelli
Vip Lounge Food: Da PaninoDettagli

INFO
Arte Fiera
24/26 gennaio 2020
Padiglioni18 e 15 – Quartiere fieristico di Bologna
Ingresso:Nord (per chi arriva da piazza Costituzione, servizio gratuito di navette ogni 2 minuti)
Orari: da venerdì a domenica, dalle 11 alle 19
Press preview a inviti: giovedì 23 gennaio, dalle 11 alle 12
Preview a inviti: giovedì 23 gennaio, dalle 12 alle 17
Vernissage a inviti: giovedì 23 gennaio, dalle 17 alle 21
  
DIGITAL KIT Arte Fiera 2020
Facebook @artefiera
Instagram @artefiera_bologna
YouTube  http://bit.ly/11qM4ni
Hashtag ufficiale  #artefiera2020

Immagine: I Talk di Arte Fiera 2019 




venerdì 17 gennaio 2020

Shir HaShirim a Palazzo Doria Pamphilj

Shir HaShirim (Cantico dei Cantici) è la nuova mostra fotografica di Stefano Sabene. L’allestimento, curato da Maurizio Vinciguerra, è visitabile a Palazzo Doria Pamphilj - Biblioteca degli Appartamenti privati, via del Corso 305, dal 17 Gennaio al 15 Marzo 2020 tutti i giorni dalle 10 alle 18.



«Shir HaShirim - afferma l’artista - non è solo una meravigliosa composizione poetica, è un’entità viva, palpitante, che si incarna sempre nuova in ogni rapporto d’amore autentico». 

Il progetto fotografico, letterario e musicale del poliedrico autore è racchiuso in un prezioso libro d’artista destinato al collezionismo. Stefano Sabene, noto anche come musicista, terrà una performance nella Sala del Trono del Palazzo Doria Pamphilj il 14 febbraio 2020 alle ore 20:30. 
Protagonisti dell’azione scenica i testi d’amore - nelle versioni realizzate dall’autore - del Cantico dei cantici, insieme a poemi della Mesopotamia (3.000 a.C.), Egitto (1.300 a.C.), Saffo (VII sec. a.C.) e poeti arabi di Sicilia e Andalusia (XI sec. d.C.). 

L’artista si produrrà in un’esecuzione musicale del Canticum Canticorum di G.P. da Palestrina in una veste audio live 3D. Un’occasione, quella offerta dalla mostra, per ammirare i tesori artistici della Galleria Doria Pamphilj, che vanta più di 400 opere di artisti quali Caravaggio, Raffaello, Velàzquez, Tintoretto, Bernini, Bruegel. 

Dal 17 Gennaio 2020 al 15 Marzo 2020 tutti i giorni ore 10:00-18:00 
Mostra a ingresso gratuito, il biglietto d’ingresso al Palazzo include la visita della Galleria Doria Pamphilj e l’audioguida.

domenica 12 gennaio 2020

SEGRETE. Tracce di Memoria - Alleanza di artisti in memoria della Shoah

Il buon uso della memoria è quello che serve una giusta causa, non quello che si limita a riprodurre il passato ( Tzvetan Todorov)

SEGRETE TRACCE DI MEMORIA
Alleanza di Artisti in memoria della Shoah XII ed.
Antiche celle della Torre Grimaldina di Palazzo Ducale, Genova
23 gennaio - 9 febbraio 2020
a cura di Virginia Monteverde, presentazione critica di Lorella Giudici

Oggi più che mai, in un momento storico in cui sovranismi ed egoismi cercano di umiliare e cancellare le memorie scomode del passato, è fondamentale coltivare la lezione della Storia. La Rassegna Segrete - Tracce di Memoria, rappresenta un'esperienza unica che ogni anno si rinnova nelle Antiche carceri della Torre Grimaldina di Palazzo Ducale a Genova: la fusione tra Arte e Storia, per suscitare nei visitatori, e soprattutto nelle giovani generazioni, emozioni e sentimenti che traggono spunto dalla Tragedia della Shoah, ma si proiettano fino ai giorni nostri, con riflessioni e interpretazioni degli attuali scenari internazionali. Una forte testimonianza degli imprescindibili diritti umani di tutti i Popoli.

La rassegna organizzata da Art Commission, realizzata in occasione della Giornata della Memoria , si articola in una serie di eventi, con contributi artistici diversi: dal teatro, alla musica, alla poesia, che hanno il loro clou nella mostra allestita nelle Antiche celle della Torre.


PROGRAMMA

Giovedì 23 gennaio ore 18.00
Palazzo Ducale - Antiche prigioni della Torre Grimaldina
Inaugurazione 
SEGRETE. Tracce di Memoria
Alleanza di artisti in memoria della Shoah
XII Edizione
ideata e curata da Virginia Monteverde
presentazione critica di Lorella Giudici
Interventi di Serena Bertolucci, Direttore di Palazzo Ducale, Giacomo Ronzitti, Presidente ILSREC, Massimo Bisca, Presidente Anpi di Genova, Umberto Croppi, Presidente della Quadriennale di Roma.

Artisti in mostra: Gianluca Capozzi, Isabel Consigliere, Elisabetta Di Sopra, Bernhard Draz, Silvia Margaria, Nano Valdes, Theo van Keulen
Performance di Loredana Galante

Mostre collaterali:
Torre Grimadina
I bambini di Roman, installazione video di Gianluigi Colin, cover editor de "la Lettura" del Corriere della Sera a cura di Manuela Composti, ANPI di Borghetto Lodigiano
Project Action T4, installazione di Giò Gagliano a cura di Virginia Monteverde

Spazio46 di Palazzo Ducale
Progetto Giovani Artisti
Reminiscenze
a cura di Gloria Veronica Lavagnini
Giulia Gentilcore, Gloria Veronica Lavagnini, Cristiano Rizzo, Gaia Lucrezia Zaffarano.

EVENTI DELLA RASSEGNA

Venerdì 24 gennaio ore 11.00
Accademia Ligustica di Belle Arti
Largo Sandro Pertini, 4
Arte e Memoria: un algoritmo sociale
Il presidente della Quadriennale di Roma Umberto Croppi incontra i giovani artisti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Venerdì 24 gennaio ore 16.00
Palazzo Ducale - Spazio46
Cinema e Memoria
Conferenza a cura del critico cinematografico Carlo Montanaro

Lunedì 27 gennaio ore 18.00
Palazzo Ducale - Torre Grimaldina
Eichmann-Diario
Performance-reading di Gianluca Bottoni dalle pagine dei diari personali e processuali di Adolf Eichmann

Giovedì 30 gennaio 18.30
Palazzo Ducale - Sala del Munizioniere
Fuga - L’ultimo rifugio
Performance di danza a cura della Compagnia EgriBiancoDanza di Torino
coreografia di Raphael Bianco

Giovedì 6 febbraio ore 18.00
Palazzo Ducale - Torre Grimaldina
Poesia e Memoria
Reading di poesia a cura di Claudio Pozzani e Barbara Garassino
con i poeti Stefano Bigazzi, Cristina Dotto, Tania Haberland, José Pulido, Claudio Pozzani

Venerdì 7 febbraio ore 11.00
Liceo Artistico Klee-Barabino
Via Orti Sauli, 34
Perché il male trionfi è sufficiente l'inerzia del bene
Incontro dedicato alle scuole
con Alessandra Jarach, direttivo del Memoriale della Shoah, Binario21, Milano
Ariel Dello Strologo, Presidente della Comunità Ebraica di Genova, Gilberto Salmoni, ANED Genova.

Domenica 9 febbraio ore 18.00
Palazzo Ducale - Sala del Munizioniere
Al SSuo posto
Performance teatrale liberamente ispirata al romanzo Le Assaggiatrici di Rosella Postorino
a cura della Compagnia Filò con Marina Giardina, Nicoletta Bernardini, Gloria Manaratti, Nicoletta Vaccamorta.

La mostra e gli eventi sono organizzati e promossi dall'Associazione di Promozione Sociale della Cultura Art Commission, in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea “R. Ricci”.

Con il patrocinio di: Comune di Genova e Regione Liguria



Con il sostegno di: Compagnia San Paolo, maggior sostenitore, e Goethe-Institut Genua.
Con la collaborazione di: Memoriale della Shoah di Milano, Comunità Ebraica di Genova, ANPI di Genova e di Borghetto Lodigiano, ANED di Genova, Festival Internazionale di Poesia di Genova, Liceo Artistico Klee Barabino, Accademia Ligustica di Belle Arti, Compagnia EgriBiancoDanza, Compagnia Filò, Breed Art Studios.



ORARI MOSTRE: da martedì a domenica 15.00 - 18.30 - Ingresso libero
APERTURA STRAORDINARIA Lunedì 27 gennaio Giorno della Memoria
PER LE SCUOLE SU PRENOTAZIONE AL MATTINO
TUTTI GLI EVENTI SONO GRATUITI CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

per informazioni e prenotazioni:
artcommission.genova@gmail.com - cell. +39 346 7336012

ART Commission Events  piazza Matteotti 9, Palazzo Ducale, Genova