domenica 21 ottobre 2018

Rassegna d’Arte Contemporanea Multimediale ETHEREA – Universo Digitale “no limits”

Art Commission in collaborazione con la Mediateca Santa Teresa di Milano è lieta di presentare la seconda edizione della Rassegna d’Arte Contemporanea Multimediale ETHEREA – Universo Digitale “no limits”, ideata e curata da Virginia Monteverde, con il critico d’arte Viana Conti e Derrick De Kerckhove, sociologo, mass-mediologo, teorico dell’Intelligenza connettiva.

Dopo la prima edizione, realizzata nelle prestigiose sedi di Palazzo Ducale e del Museo di Sant’Agostino a Genova, Art Commission presenta “Etherea - Universo digitale” a Milano, nella Mediateca di via della Moscova 28, sede ideale per ospitare la rassegna multimediale.

Sono 11 gli artisti di questa seconda edizione: Peter Aerschmann, Stefano Cagol, Davide Coltro, Alexander Hahn, Giuseppe La Spada, Georgette Maag, Silvano Repetto, Roberto Rossini, Marco Nereo Rotelli, Sara Tirelli, Christian Zanotto.

Questa mostra, vista nel suo insieme, si trasforma in un dispiegato scenario di schermi accesi, di video animazioni su monitor o in proiezione che, osservati, non mancano di interconnettersi con la sensibilità emotiva, intellettiva, cognitiva, dello spettatore, in cui ha messo in moto curiosità, domande, riflessioni, risposte. Come in un anello di Moebius, il paesaggio esterno degli schermi entra in quello subliminale dell’osservatore che, a sua volta, proietta all’esterno, tramite le sue reazioni, il suo paesaggio interiore. (Viana Conti)

Nell’ambito di Etherea vengono presentati anche il progetto per Giovani Artisti The Mind’s Zone of Vision con le opere video di Giorgia Ghione, Christian Masuero, Annalisa Pisoni Cimelli, e il progetto CodeLife. A life in 30 seconds, installazione fotografica multimediale di Virginia Monteverde.


Il programma

Giovedì 8 novembre ore 18.00 - Opening
Presentazione della mostra con interventi di Viana Conti e Derrick de Kerckhove

ore 19.00 - Performance sonora multimediale.
Il musicista e compositore Paolo Tarsi presenta "A Perfect Cut in the Vacuum” (Anitya Records, 2018). Special guest: Andrea Tich.

Martedì 13 novembre ore 18.00 (evento gratuito con obbligo di prenotazione)
Un’Ora d’Arte - L’universo digitale di Maria Grazia Mattei. La giornalista Bettina Bush incontra la fondatrice e presidente di MEET | Fondazione Cariplo, Maria Grazia Mattei, direttrice di Meet The Media Guru ciclo di incontri e confronti internazionali con il gotha dell’innovazione mondiale che si è affermato come punto di riferimento sulla cultura digitale in Italia.

Orari mostra: lun. mer. ven. 9:30 - 13:30 - mar. e gio. 9:30 - 18:00
chiuso sabato e domenica
Info e prenotazioni evento 13 nov.    artcommissionevents@gmail.com





venerdì 19 ottobre 2018

1502. Premio Giovani Artisti-Emilia-Romagna_2019

Da martedì 11 settembre 2018 è consultabile sul sito del Comune di Forlì il bando di "1502. Premio Giovani Artisti-Emilia-Romagna_2019", evento alla sua seconda edizione organizzato dall'Assessorato alle Politiche Giovanili e alla Cultura del Comune di Forlì e dall'Associazione di promozione sociale [dif-fù-sa contemporanea], con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese.



Il concorso biennale, che nel 2017 ha visto come vincitori Noa Pane, Silvia Bigi e Adriano Valeri, per il 2019 ha ampliato il suo bacino d'utenza all'intera regione; gli artisti a cui si rivolge, che devono avere tra i 18 e i 34 anni, devono anche essere nati e/o residenti in Emilia-Romagna.

Dopo il precario e l'effimero, il tema della prossima edizione sarà l'ironia, altra macro-categoria dell'arte contemporanea; come per la prima edizione, anche questa volta si è cercato di indirizzare gli artisti verso un'area di ricerca e di azione che non li limiti eccessivamente. L'ironia contraddistingue trasversalmente i settori più disparati dell'arte, al di là del medium e della localizzazione geo-politica degli artisti che ne fanno uso, come uno strumento dissacrante per smascherare il ridicolo degli uomini e della società, una misura apotropaica nei confronti di un destino ineluttabile, o semplicemente un divertissement quotidiano per allietare un animo altrimenti depresso.

Come per il 2017, si chiede agli artisti di presentare un'opera aderente al tema di riferimento, senza limiti di medium, tecnica, materiali o dimensioni, con l'unica accortezza che, se verrà scelta come vincitrice, dovrà essere trasportata e passare attraverso la porta dell'Oratorio di San Sebastiano a Forlì e qui dovrà essere facilmente allestita.

Oltre al bacino d'utenza e al tema, l'altra novità per l'edizione del 2019 è la suddivisione in due categorie di concorso, under 30 e over 30, di cui verranno scelti solo due vincitori, uno per categoria. Entrambi a maggio 2019 esporranno in una doppia personale le loro opere, eventualmente allestite insieme ad altre del loro portfolio, sotto la curatela degli stessi artisti e dell'associazione [dif-fù-sa contemporanea].

A scegliere i vincitori di 1502 per l'edizione 2019 sarà una giuria composta, come da prassi, da 5 esperti del settore, rappresentanti di 5 diverse professionalità: Cesare Biasini Selvaggi (Direttore editoriale Exibart), Paolo Maria Deanesi (Direttore Paolo Maria Deanesi Gallery), Silvia Loddo (curatrice e fondatrice Osservatorio Fotografico), Andrea Losavio (curatore, editore e fondatore galleria D406) e Laurina Paperina (artista).

La giuria si riunirà una volta chiusosi il bando, dopo il 31 gennaio 2019; i vincitori verranno resi pubblici nel mese di marzo, per poi lasciare il tempo necessario per organizzare la mostra e dare alle stampe il catalogo a loro riservato.

Come già indica il titolo del premio 1502, l'Oratorio di San Sebastiano, location della doppia personale dei vincitori, i cui lavori si sono conclusi proprio nel 1502, è al centro del progetto; senza obbligare gli artisti a creare un'opera site-specific per lo spazio, si consiglia loro di prenderne visione, in modo da realizzare un'opera site-sensitive che tenga in considerazione la struttura dell'edificio, le sue potenzialità, così come i suoi limiti. Allegata al bando si potrà consultare una piantina del luogo.

Info evento
Titolo: "1502. Premio Giovani Artisti-Emilia-Romagna_2019"

Cosa: concorso biennale organizzato dall' Assessorato alle Politiche Giovanili e alla Cultura del Comune di Forlì e dall' Associazione di promozione sociale [dif-fù-sa contemporanea]

Per chi: il bando è rivolto agli artisti tra i 18 e i 34 anni, nati e/o residenti in Emilia-Romagna

Quando: il bando sarà aperto dall'11 settembre 2018 al 31 gennaio 2019

Come: per partecipare scaricare il bando dal sito del Comune di Forlì e inviare tutto il materiale richiesto entro e non oltre il 31 gennaio 2019


martedì 16 ottobre 2018

La Fondazione Adolfo Pini per BookCity Milano

Anche quest’anno, per il sesto consecutivo, la Fondazione Adolfo Pini rinnova la propria partecipazione alla tre giorni di BookCity Milano, da venerdì 16 a domenica 18 novembre, con otto appuntamenti dedicati ai giovani autori nella sede di corso Garibaldi 2.

In occasione della manifestazione voluta dal Comune di Milano e dall'Associazione BookCity Milano, la Fondazione Adolfo Pini conferma ancora una volta, con il proprio programma di appuntamenti rivolto ai nuovi volti del panorama editoriale italiano, fra arte e letteratura, la propria missione quale luogo di incontro e valorizzazione della scena artistica giovanile.

Le affascinanti sale della casa museo saranno pertanto fra le sedi di riferimento di BookCity Milano, e si animeranno con un ricco programma a partire da venerdì 16, alle ore 17.30, con l’incontro L’età dell’innocenza che vedrà protagonisti Roberto Camurri, Alessio Forgione e Alessandra Tedesco. La seconda delle tre giornate inizierà alle ore 12.00 con Anna Di Cagno, Sandra Lonchamp, Viviana Giorgi, Alessandra Bazardi e Isa Grassano che parleranno con il pubblico di come è cambiata la figura dell’autore ai tempi del web. A seguire alle ore 14.00 l’appuntamento con Eleonora Benecchi, e Diego Castelli dal titolo Di chi sono le storie che ci appassionano? Concluderanno la giornata di sabato l’incontro alle ore 16.00 con Ester Viola e Malika Ayane che affronteranno la tematica dell’amore, e alle ore 18.00 l’appuntamento con Elvira Sastre in cui si si parlerà della poesia ai tempi di Instagram.
  
Il programma proseguirà domenica 18 alle ore 12.00 con Teresa Righetti che affronterà la tematica della solitudine in mezzo agli altri. Alle ore 14.00 sarà la volta dei finalisti (Elena Moretti e Pierre Turcotte) del premio RTL 102.5 - Mursia Romanzo italiano 2018, che verranno intervistati da Paolo Cavallone e Conte Galé. La giornata si chiuderà alle ore 18.00 con l’ultimo incontro dedicato alla narrativa straniera che vedrà dialogare Narine Abgarjan e Claudia Zonghetti.



lunedì 15 ottobre 2018

Adele Lo Feudo e Mariana Polisena - Gocce di un unico mare

Dal 20 ottobre al 4 novembre 2018 la Galleria Magiotti di via Roma 43/45, a Montevarchi (AR), ospita "Gocce di un unico mare", doppia personale di Adele Lo Feudo e Mariana Polisena a cura di Marco Botti con il testo critico di Stefano Maria Baratti.

L’inaugurazione si terrà sabato 20 ottobre alle ore 17,30. Per l’occasione Adele Lo Feudo sarà protagonista di una suggestiva performance introduttiva, seguita dall'esibizione della nota danzatrice Selena Sacco.

Interverranno Giuseppe Elemento, esperto di tappeti orientali, Cesare Erario, fondatore del Museo Académie Vitti e Manuela Partenzi, interior design.

La mostra, patrocinata dal Comune di Montevarchi, è resa possibile grazie alla collaborazione di Eva con Eva onlus, Montevarchi Arte, Museo Académie Vitti, Magliocco Tappeti e Tappezzeria Partenzi. 

“Gocce di un unico mare” sarà visitabile tutti i giorni, con ingresso gratuito, nei seguenti orari: giovedì dalle 10 alle 13; venerdì dalle 16 alle 19,30; sabato e domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 17 alle 19,30.





Lo Sguardo Straniero di Alessandro Roma alla z2o Sara Zanin Gallery

z2o Sara Zanin Gallery è lieta di presentare Sguardo Straniero, seconda mostra personale in galleria di Alessandro Roma, che inaugurerà mercoledì 17 ottobre alle ore 18.30. 

Alessandro Roma presenta un progetto site-specific in cui il dialogo tra la produzione ceramica e quella pittorica si fa sempre più stringente. La mostra è organizzata in contemporanea a una personale al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza, alla pubblicazione di un volume (con contributi di Irene Biolchini, curatrice della mostra del MIC, e Marina Dacci) e a un progetto alla Casa Museo Asger Jorn ad Albissola

Nelle ceramiche, nei bassorilievi, nei libri e nelle sete dipinte il rapporto con la materia, l’alternarsi dei pieni e dei vuoti, la tensione della forma e del colore sono tratti peculiari di uno sguardo rinnovato. La processualità legata all’intervento artistico diviene un elemento fondante della prassi artistica di Roma, così come il ripensare alla relazione con lo spazio che non può proporsi come neutro white cube, ma che - grazie alla realizzazione di un grande wall drawing - si propone come scambio immersivo tra opera e visitatore. 

Anche le nuove tele di importanti dimensioni realizzate appositamente per la mostra tendono a creare una sorta di perdita di orientamento. Questa ricercata tensione al “disorientamento” e alla dislocazione diviene anche il filo conduttore del progetto presso la Casa Museo Asger Jorn di Albissola (a cura di Luca Bochicchio) in cui tra le ceramiche e le sete, una performer interpreterà alcuni testi di Emily Dickinson le cui poesie tendono all’evasione dalla realtà per immergersi in una dimensione altra. 

venerdì 12 ottobre 2018

SIMULTANEI, volti del contemporaneo

SIMULTANEI, volti del contemporaneo è un progetto per la cultura dell'immagine ideato e promosso da Rufus Photo Hub e FPmag con il supporto di Fotofabbrica e Photolux che offre la possibilità di esporre gratuitamente il proprio progetto fotografico durante Photolux 2018 che si svolgerà a Lucca dal 17 novembre al 9 dicembre 2018.

Pochi e semplici i passi da seguire per applicare alla call:
  • partecipa alla selezione per la pubblicazione degli Smartfolio di FPmag
  • iscriviti all'indirizzo https://readers.fpmagazine.eu/about. Riceverai un'e-mail di conferma con l'indirizzo da utilizzare per caricare le tue immagini corredate di biografia, testo introduttivo, didascalie e ritratto dell'autore. 
Attenzione, prima di inviare il tuo materiale leggi scrupolosamente le istruzioni per non essere escluso.

Tutti i lavori pervenuti in modo corretto entro e non oltre il 20 ottobre 2018 saranno esaminati da una commissione composta da Massimiliano Carraglia (Fotofabbrica), Sandro Iovine (FPmag), Piero Pea (Rufus Photo Hub) ed Enrico Stefanelli (Photolux) che sceglierà il lavoro da esporre durante Photolux 2018 nella sala Maria Luisa di Palazzo Ducale.

Stampe (formato 50x70cm eseguite da Fotofabbrica), cornici (progettate e realizzate da Rufus Photo Hub) ed allestimento sono totalmente a carico di SIMULTANEI, volti del contemporaneo che, al termine di Photolux 2018, gestirà il portfolio fino al 31 dicembre 2019 per poi consegnare gratuitamente (spese di spedizione escluse) l'intera mostra all'autore.

Il portfolio esposto sarà composto da 23 immagini più un pannello di presentazione a cura di SIMULTANEI, volti del contemporaneo.

I file inviati devo essere in formato adeguato a realizzare stampe in formato 50x70cm anche se per la partecipazione allo Smartfolio sono richiesti file con base di 1920 pixel a 72dpi di risoluzione.

La partecipazione è aperta tanto ai fotografi professionisti tanto agli appassionati, ma è esclusa la partecipazione di portfoli inviati o pubblicati in precedenza su FPmag.
Saranno privilegiati nella selezione i lavori che affronteranno, senza restrizioni di genere o di tecnica utilizzata, gli aspetti della nostra contemporaneità. L'importante è che il progetto sia coerente per contenuti, forma, editing (inteso sia come post produzione sia come messa in sequenza) e struttura narrativa.


http://www.photoluxfestival.it/it/


mercoledì 10 ottobre 2018

Milano Scultura - Fiera d'arte contemporanea della scultura e delle installazioni

Da 26 al 28 ottobre torna Milano Scultura, la Fiera d'arte contemporanea dedicata esclusivamente a scultura e installazioni, con il duplice obbiettivo di fare il punto sullo stato dell'arte e contribuire al dibattito attorno alla ridefinizione degli ambiti espressivi e concettuali della scultura



Per il quarto anno consecutivo torna alla Fabbrica del Vapore la fiera che si sta consolidando nel panorama artistico milanese e italiano come l'unico appuntamento che il mercato dedica alle Arti Plastiche .
Milano Scultura si propone come una fiera non generalista che esprime un diverso modo di fare Fiere d'Arte e che riunisce galleristi, artisti e laboratori che producono arte in modo tematico.

La scultura è il terreno d'indagine e l'esigenza di elaborare un discorso specifico su questa disciplina nasce dal fatto che il suo è uno dei linguaggi artistici senz'altro più codificato ma anche maggiormente aperto alla novità. Da venerdì 26 a domenica 28 ottobre i mille metri quadrati dell' Ex Locale Cisterne della  Fabbrica del Vapore saranno il prestigioso contenitore della fiera che si conferma nell'offrire sempre nuove prospettive e occasioni per fare il punto su tutte le declinazioni della scultura.

La formula espositiva
Ideata e organizzata da Ilaria Centola con la curatela di Valerio Dehò, già direttore di Kunst Meran/o Arte, Milano Scultura nasce con l'obiettivo di distinguersi dal tradizionale schema delle fiere italiane. Superando nella formula espositiva la logica dello spazio fieristico classico in favore di un allestimento che la fa avvicinare ad una grande mostra collettiva frutto di un progetto curatoriale, al suo interno le opere sono presentate senza soluzione di continuità ed occupano lo spazio in modo fluido, accostando le proposte delle gallerie a quelle di istituzioni, fondazioni e associazioni culturali. 

Limited e Progetti Speciali
Milano Scultura non varia la sua struttura e conferma anche per questa edizione format innovativi quali Limited , la sezione dedicata a opere di grandi dimensioni, e i Progetti Speciali, ampi spazi espositivi a tema. Limited va proprio nella direzione di concepire uno spazio più aperto nel quale le opere, disseminate lungo il percorso, possono vivere e dialogare. In questo settore della Fiera, introdotto nella passata edizione (2017), gli artisti partecipano direttamente con un proprio progetto, una proposta che viene armonizzata nell'allestimento generale. Tre sono invece i Progetti Speciali di questa edizione: l'installazione mobile di Lisa Borgiani incentrata su un modello tridimensionale, composto da reti, che definisce uno spazio reale e che resta trasparente al suo interno la ricerca dello Studio C&C. dal titolo IL VENTO E IL MONTE dedicata al tema del paesaggio e alla sua trasformazione con la metamorfosi degli scenari e, in ultimo, il lavoro collettivo Crossing Time, Crossing Space, Crossing Arts presentato dagli artisti di Vi.P. Gallery: sei "attraversamenti" che esplorano il tempo e lo spazio tramite la contaminazione e lo sconfinamento.

L'Accademia di Brera
Il tema delle arti plastiche diventa ancor più rilevante in rapporto al mondo dell'educazione, al quale Milano Scultura si è saldamente legata, per creare un momento di rilancio della Scultura intesa in un senso contemporaneo e non come una pratica consegnata ai libri di storia. Milano Scultura propone la consueta collaborazione con l' Accademia di belle Arti di Brera che presenta iniziative che coinvolgono allievi e maestri in un confronto con i materiali, dal più classico al meno convenzionale. Sempre presente sin dalla prima edizione, Brera quest'anno presenta MICRO FUSION a cura diZhenru Liang di Spazio forME: un'installazione di opere create e fuse in diversi metalli nella fonderia di Brera dagli iscritti al corso di Tecniche della Fonderia, cattedra del Professor Geremia Renzi.

Milano Fabbrica del Vapore / Ex Locale Cisterne
26 al 28 ottobre 2018
Via Procaccini 4


A cura di Valerio Dehò
Ideazione e organizzazione di Ilaria Centola


Orari (Ingresso libero): venerdì 18-22 / sabato 12-20 / domenica 12-20
Informazioni: info@stepartfair.com / www.stepartfair.com



Come arrivare:
M5 LILLA - fermate Gerusalemme e Monumentale
TRAM 7,12,14,37
AUTOBUS 37
Sito ATM: http://www.atm-mi.it
Bike Sharing n. 189 - piazza Cimitero Monumentale / via Bramante




lunedì 8 ottobre 2018

Asta Fotografica benefica per combattere la poliomielite con le opere di 22 grandi fotografi.

Per il progetto“End Polio Now" il Rotary Club Milano Nord organizza un’Asta Fotografica benefica per combattere la poliomielite con le opere di 22 grandi fotografi. L’asta si terrà mercoledì 24 Ottobre 2018, ore 18.30 Palazzo Reale, Sala Conferenze (Piazza del Duomo, 12, Milano).

Le 33 immagini sono di: Yann Arthus Bertrand, Pucci Balladore, Gianni Berengo Gardin, Chris Broadbent, Gianni Cigolini, Marco D’Anna, Anna De’ Capitani, Franco Fontana, Giovanni Gastel, Elena Givone, Cosmo Laera, Giancarlo Majocchi, Renato Marcialis, Carlo Mari, Nino Mascardi, Picwant, Canio Romaniello, Guido Alberto Rossi, Enrica Scalfari, Raffaella Schlegel, Massimo Sestini, Stefano Torrione.  

L’asta sarà battuta da Christie's con l’obiettivo di raggiungere il corrispettivo del costo di 3.000 fiale - una fiala di vaccino antipolio costa € 7,00 - le quali serviranno a vaccinare altrettanti bambini in paesi disagiati.  

La poliomielite è a un passo dalla completa eradicazione: l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato la fine del 2018 come termine per completare la campagna di vaccinazione. Anche quest’anno, per il sesto anno consecutivo, il 24 ottobre ricorre la giornata che i Rotary Club di tutto il mondo dedicano alla lotta contro questa malattia. 

L’evento è aperto a tutti gli appassionati e collezionisti,  si consiglia di contattare comunque la segreteria del Rotary Club Milano Nord per ricevere un invito alla email segreteriamilanonord@gmail.com. 

sabato 6 ottobre 2018

Pietro pictore Arretino - Convegno internazionale di studi

L’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini, in collaborazione con Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Università degli Studi Roma Tre, Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, KNIR – Reale Istituto Neerlandese di Roma, Comitato per l’Edizione Nazionale delle Opere di Pietro Aretino – promuove un convegno internazionale dedicato a Pietro Aretino articolato in quattro sessioni: “A Perugia e a Roma: formazione, rapporti con il mondo di Raffaello e quello di Michelangelo, i Modi”; “A Venezia: il ‘triumvirato’ con Tiziano e Sansovino, Aretino patrocinatore e committente”; “Aretino ecfrastico”; “Aretino e la critica d’arte”.



Letterati e storici dell’arte sono chiamati a una riflessione sulla competenza artistica dello scrittore, sui suoi rapporti con gli artisti, sull'incidenza della sua parola nella messa a punto del lessico artistico rinascimentale. Negli anni nei quali diventano pratiche diffuse la committenza dello state portrait e il collezionismo artistico, l’Aretino personaggio pubblico e “segretario del mondo” ha visto confermata costantemente la sua funzione di mediatore tra i sovrani e i loro ministri da una parte e dall'altra gli artisti, su tutti Tiziano, che i potenti chiamavano a farsi carico delle loro immagini pubbliche.

Il convegno si interrogherà sui dialoghi in materia d’arte intrattenuti oltre che con i maestri riconosciuti (da Raffaello e Michelangelo a Sebastiano del Piombo e Giulio Romano, da Tiziano e Sansovino a Tintoretto), con i protagonisti della vita religiosa e politica, con cardinali e ministri e grandi diplomatici, con letterati di grido (a cominciare da Bembo), alimentando una vera e propria diplomazia degli invii condotta con successo alterno dagli anni venti ai cinquanta. Una pratica nella quale Aretino primeggiò e che il convegno recupererà nella sua estensione e illustrerà nelle sue articolazioni.



Venezia, Fondazione Giorgio Cini |  17 – 19 ottobre 2018
www.cini.it - Programma completo

martedì 2 ottobre 2018

Un Filo rosso al Museo Minimo di Napoli

La dialettica artistica non conosce barriere d’ordine sociale, generazionale e tanto meno di genere.


Un sottile filo rosso può legare univoche esperienze di cinque artisti che si mostrano con timbri e modalità espressive diverse ma con la medesima vis poetica, tesa a cogliere nel gesto pittorico l’introspezione intimistica, l’essere, la cosa, o l’emozione ritratta al netto della sua corporeità; la messa a nudo di un’anima.

L’esperienza artistica di Antonio Ciraci, Claudio Infante, Alessandra Maisto, Sergio e Fabio Spataro, come nella magia di una jamsession, proverà a concertarsi in accordi consonanti su quindici small size ed una brossure interventata in multiplo di nove, sostenuta dalla tensione di un solo esile filo rosso.

Saggio critico, in cartella, a cura di Michele Iovino


Filo rosso
MUSEO MINIMO
Napoli - dal 2 al 31 ottobre 2018
Via Detta San Vincenzo 3 (80125)
+39 081621170 , +39 081621170 (fax)
museominimo@virgilio.it
www.museominimo.it

giovedì 27 settembre 2018

Art-igia n. 1. Nuove visioni del contemporaneo

Sabato 13 ottobre alle ore 18 negli spazi espositivi di Artigia, atelier d’arte in Ortigia (via Resalibera 2) sarà inaugurata la collettiva dal titolo “Art-igia n. 1. Nuove visioni del contemporaneo”. 

La mostra, nata da un’idea del linker art Benedetto Speranza e dell’artista Giuseppe Bombaci, si inserisce nel calendario degli eventi organizzati per la quattordicesima Giornata del Contemporaneo, kermesse internazionale indetta dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani (AMACI) per promuovere l’arte del nostro tempo attraverso, mostre, eventi, laboratori e aperture gratuite di musei in Italia e all’estero. 

“Art-igia n. 1”, primo di una una serie di appuntamenti e piccole personali che intendono aprire un varco, uno squarcio nella nostra quotidianità per offrire uno sguardo nuovo sull’arte, comprende venti dipinti degli artisti Evita Andújar, Marco Bettio, Gabriele Colletto, Salvatore Di Franco, Demetrio Di Grado, Alessandro Gurciullo, Sarah Ledda, Maurizio Pometti, Samantha Torrisi, Massimiliano Usai

La collettiva non ha un preciso filo conduttore, ma intende evidenziare proprio il magma creativo, l'eclettismo stilistico, le affinità e le assonanze, i punti d'incontro ma anche le differenze, la compresenza di molteplici linguaggi e tecniche che caratterizzano lo scenario dell'arte contemporanea. Non a caso sono stati selezioni artisti diversi tra loro per origine e formazione: alcuni legati al territorio, altri provenienti da realtà diverse ma che per il loro sentire o per il loro modo di vivere si sono avvicinati alla realtà siciliana e, in particolare, siracusana. Dai delicati volti di donna tratteggiati dalla matita di Maurizio Pometti alla prorompente sensualità degli smalti monocromi di Salvatore di Franco, dalle atmosfere oniriche degli oli di Samantha Torrisi alle sinistre visioni di Gabriele Colletto, ai ritratti di donne di Sarah Ledda ed Evita Andújar si dipana un percorso espositivo ricco e articolato che ha per protagonisti il confronto e la diversità espressiva dei linguaggi contemporanei. 

La mostra resterà aperta fino al 30 ottobre e potrà essere visitata tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. 


Info e contatti 
Artigia, via Resalibera 2, Ortigia, Siracusa 
tel. 393 9959249 
speranzabenny@gmail.com

Pagina facebook: https://www.facebook.com/ArtigiaArteInOrtigia/




lunedì 24 settembre 2018

E' un workshop a cura di Francesco Neri che si terrà presso Linea Sterile S.p.A., Gatteo, nei giorni 27 – 28 – 29 settembre 2018 

Il workshop affronterà la tematica del ritratto fotografico, sia negli aspetti legati alla fase di produzione che a quella di analisi, per comprendere cosa sia e cosa significhi fare e guardare un ritratto ambientato all’interno di uno stabilimento durante le fasi di lavoro.

Il workshop si terrà presso l’azienda Linea Sterile S.p.a., che fornisce servizi integrati per strutture sanitarie quali dispositivi tessili per reparti, personale e sale operatorie.

Il workshop è parte del progetto Ritratti DI/IN fabbrica e le fotografie realizzate saranno oggetto di una mostra in occasione del SI FEST 2019.



Il workshop avrà luogo nei locali dell’azienda Linea Sterile S.p.A. (Via Pirandello, 16 – 47043 Gatteo)

Giovedì 27 settembre:
Linea Sterile S.p.A. – Via Pirandello 16, Gatteo

9.30 Ritrovo e registrazione partecipanti
10.00-10.30 Presentazione workshop
10.30-12.30 Impostazione del progetto, piano di lavoro
13.00 Pausa pranzo
15.00-18.30 Campagna fotografica in azienda

Venerdi 28 settembre:
Linea Sterile S.p.A. – Via Pirandello 16, Gatteo

9.00- 10.00 Revisione e verifica dei lavori svolti
10.00-12.30 Ripresa campagna fotografica in azienda
13.00 Pausa pranzo
14.30-18.30 Revisione dei lavori svolti;

Sabato 29 settembre:
Linea Sterile S.p.A. – Via Pirandello 16, Gatteo

9.00- 12.00 Ripresa campagna fotografica in azienda
12.00 Rientro a Savignano presso Palazzo Vendemini, C.so Vendemini 67 
13.00 Pausa pranzo
14.30-18.30 Revisione finale dei lavori svolti


Nel corso delle giornate del workshop Francesco Neri sarà disponibile per visionare i portfolio e i progetti dei partecipanti.

Iscrizioni a numero chiuso: max n. 12 partecipanti
Costo d’iscrizione: euro 80,00