giovedì 18 luglio 2019

Artissima 2019: le gallerie e gli artisti

Artissima torna all’Oval di Torino dal 1 al 3 novembre. La 26esima edizione della fiera, che offre come spunto di lettura la riflessione trasversale sul binomio desiderio/censura, invita il pubblico a scoprire e innamorarsi delle ultime tendenze del mondo dell’arte contemporanea: un viaggio esclusivo all’insegna della sperimentazione e dell'emozione.

Artissima 2019 presenta 209 gallerie in 7 sezioni di cui 3 curate (Back to the Future, Present Future, Disegni), sei importanti premi, un ricco programma di visite guidate dedicate a collezionisti e curatori, una rinnovata piattaforma digitale e numerosi progetti speciali.

Scopri la lista completa degli espositori qui sotto, o esplorala su: www.artissima.art

MAIN SECTION
97 gallerie consolidate da tutto il mondo
AB/ANBAR Tehran – ADA Roma – ALTMAN SIEGEL San Francisco – ROLANDO ANSELMI Berlin, Roma – FRANCESCA ANTONINI Roma – APALAZZO Brescia – A+B Brescia – ARTERICAMBI Verona – ALFONSO ARTIACO Napoli – ENRICO ASTUNI Bologna – PIERO ATCHUGARRY Miami, Pueblo Garzón – ATHR Jeddah – AURAL Alicante – BENDANA | PINEL Paris – ISABELLA BORTOLOZZI Berlin – THOMAS BRAMBILLA Bergamo – BRAVERMAN Tel Aviv – GAVIN BROWN'S ENTERPRISE New York, Roma – CARDELLI & FONTANA Sarzana, S. Stefano di Magra – CHERTLÜDDE Berlin – SADIE COLES London – CONTINUA San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Havana – RAFFAELLA CORTESE Milano – GUIDO COSTA Torino – CRONE Vienna, Berlin – DASTAN'S BASEMENT Tehran – DAUWENS & BEERNAERT Brussels – MONICA DE CARDENAS Milano, Zuoz, Lugano – DE' FOSCHERARI Bologna – DVIR Tel Aviv, Brussels – EX ELETTROFONICA Roma – FRANCISCO FINO Lisbon – FRITTELLI Firenze– ANNET GELINK Amsterdam – GENTILI Firenze – GEORG KARGL Vienna – KISTEREM Budapest – KRAUPA-TUSKANY ZEIDLER Berlin – LAVERONICA Modica – GILDA LAVIA Roma – LOOM Milano – MADRAGOA Lisbon – MAGAZZINO Roma – PRIMO MARELLA Milano, Lugano – MASSIMODELUCA Mestre-Venezia – MAZZOLENI Torino, London – MAZZOLI Berlin, Modena, Dusseldorf – URS MEILE Lucerne, Beijing – MENO PARKAS Kaunas, Dusseldorf – MIND SET ART CENTER Taipei – FRANCESCA MININI Milano – MASSIMO MININI Brescia – MONITOR Roma, Lisbon – FRANCO NOERO Torino – NOIRE Torino – LORCAN O'NEILL Roma – OSART Milano – OTTO Bologna – P420 Bologna – ALBERTA PANE Paris, Venezia – ALBERTO PEOLA Torino – RAFAEL PÉREZ HERNANDO Madrid – GIORGIO PERSANO Torino – PHOTO&CONTEMPORARY Torino– PI ARTWORKS London, Istanbul – PODBIELSKI CONTEMPORARY Milano – GREGOR PODNAR Berlin – PROMETEOGALLERY Milano, Lucca – REPETTO London – REVOLVER Lima, Buenos Aires – MICHELA RIZZO Venezia – RODRÍGUEZ Poznań – ROSSI & ROSSI London, Hong Kong – LIA RUMMA Milano, Napoli – STUDIO SALES Roma – RICHARD SALTOUN London – ROSA SANTOS Valencia – THOMAS SCHULTE Berlin – SFEIR-SEMLER Beirut, Hamburg – SIDE 2 Tokyo – SMAC Cape Town, Johannesburg, Stellenbosch – SOMMER Tel Aviv, Zurich – SPAZIOA Pistoia – SPROVIERI London – JIRI SVESTKA Prague – CATINCA TABACARU New York, Harare – TAIK PERSONS Berlin, Helsinki – THE GALLERY APART Roma – TUCCI RUSSO Torre Pellice, Torino – ISABELLE VAN DEN EYNDE Dubai – VIASATERNA Milano – VISTAMARE/VISTAMARESTUDIO Pescara, Milano – WHATIFTHEWORLD Cape Town – HUBERT WINTER Vienna – JOCELYN WOLFF Paris – Z2O SARA ZANIN Roma – ZILBERMAN Istanbul, Berlin
DIALOGUE
30 gallerie che presentano il lavoro di 1 o 2 artisti in dialogo
A PLUS A Venezia – ACAPPELLA Napoli – THOMAS BERNARD - CORTEX ATHLETICOParis – SÉBASTIEN BERTRAND Geneva – BWA WARSZAWA Warsaw – CAMPOLI PRESTILondon, Paris – CLIMA Milano – DITTRICH & SCHLECHTRIEM Berlin – DIX9 Paris – ERMES-ERMES Vienna – ET AL. San Francisco – FL Milano – GAEP Bucharest – GLASSYARD Budapest – GYPSUM Cairo – IRAGUI Moscow – IVAN Bucharest – DANIEL MARZONA Berlin – MASSIMOLIGREGGI Catania – MOHSEN Tehran – NIGHT Los Angeles – OPERATIVA Roma – FRANCESCO PANTALEONE Palermo, Milano – PM8Vigo – PRAZ-DELAVALLADE Paris, Los Angeles – RIBOT Milano – SERVANDO Havana – SODA Bratislava – STEINEK Vienna – WALDBURGER WOUTERS Brussels, Basel
NEW ENTRIES
20 giovani gallerie che partecipano ad Artissima per la prima volta
BALCONY Lisbon – BALLON ROUGE COLLECTIVE Brussels – BOMBON PROJECTSBarcelona – CAPSULE SHANGHAI Shanghai – CASTIGLIONI Milano, Sao Paulo – DAMIEN & THE LOVE GURU Brussels – DIVISION OF LABOUR Worcester – EMALINLondon – FANTA-MLN Milano – ISSUES Stockholm – MARFA’ Beirut – MATÈRIA Roma – MLZ ART DEP Trieste – NOME Berlin – NOVEMBAR Belgrade – ÖKTEM AYKUTIstanbul – LILY ROBERT Paris – SUPRAINFINIT Bucharest – UNA Piacenza – VIN VINVienna
PRESENT FUTURE
20 progetti monografici di giovani artisti emergenti curati da Ilaria Gianni (coordinatrice), Juan Canela, Émilie Villez
AAAJIAO, HOUSE OF EGORN Berlin – MARCOS AVILA-FORERO, ADN Barcelona – ANNA-SOPHIE BERGER, EMANUEL LAYR Vienna, Roma – ISA CARRILLO, PROXYCONew York + TIRO AL BLANCO Guadalajara – LAURA CASTRO, SINDICATO Santo Domingo - LARISA CRUNȚEANU, ANCA POTERASU Bucharest – DÉBORA DELMAR,GALLLERIAPIÙ Bologna – ANNA FRANCESCHINI, VISTAMARE/VISTAMARESTUDIOPescara, Milano – CRISTINA GARRIDO, LMNO Brussels – JANUARIO JANO, PRIMO MARELLA Milano, Lugano – JUAN LÓPEZ, JUAN SILIÓ Santander – MERCEDES MANGRANÉ, ANA MAS Barcelona, San Juan – OPAVIVARÁ!, A GENTIL CARIOCA Rio de Janeiro – STÉPHANIE SAADÉ, GREY NOISE Dubai – AUGUSTAS SERAPINAS, APALAZZOBrescia + EMALIN London – NAMSAL SIEDLECKI, MAGAZZINO Roma – CATERINA SILVA, BOSSE & BAUM London – LU SONG, MASSIMO DE CARLO Milano, London, Hong Kong – PUCK VERKADE, DÜRST BRITT & MAYHEW The Hague – IAN WAELDER, L21 Palma de Mallorca
BACK TO THE FUTURE
19 esposizioni di qualità museale dedicate alla riscoperta degli anni 1960-1999, curate da Lorenzo Giusti (coordinatore), Cristiano Raimondi, Nicolas Trembley
MARINUS BOEZEM, UPSTREAM Amsterdam – ROBERT BREER, GB AGENCY Paris – LYNNE COHEN, IN SITU- FABIENNE LECLERC Paris – BETTY DANON, TIZIANA DI CARO Napoli – ESTATE OF BARBARA HAMMER, KOW Berlin, Madrid – BRUNO JAKOB, PETER KILCHMANN Zurich – LILIANE LIJN, RODEO London, Piraeus – KIMIYO MISHIMA, SOKYO Kyoto – MASAKI NAKAYAMA, CHRISTOPHE GAILLARD Paris – LILIANA PORTER, ESPACIO MINIMO Madrid – REMO SALVADORI, CHRISTIAN STEINMilano – ANTONIO SLEPAK, WALDENGALLERY Buenos Aires – ILIJA ŠOŠKIĆ, GANDYBratislava – JESSICA STOCKHOLDER, 1301PE Los Angeles – SUPERSTUDIO, PINKSUMMER Genova – ENDRE TÓT, ACB Budapest – RUBEM VALENTIM, ALMEIDA E DALE Sao Paulo – MICHAEL VENEZIA, HÄUSLER Munich, Zurich – WILLIAM WEGMAN, FLORENCE LOEWY Paris
DISEGNI
21 stand dedicati alla peculiarità del disegno, una pratica artistica in grado di catturare l'immediatezza processuale e di pensiero del gesto creativo, curati da João Mourão and Luís Silva
MERCEDES AZPILICUETA, NOGUERAS BLANCHARD Barcelona, Madrid – FRANCESCO BAROCCO, NORMA MANGIONE Torino – JOHN BOCK, GIÒ MARCONI Milano – ALIGHIERO BOETTI, DEP ART Milano – TERESA BURGA, BARBARA THUMM Berlin – DIOGO EVANGELISTA, FRANCISCO FINO Lisbon – KATHARINA GROSSE, NÄCHST ST. STEPHAN ROSEMARIESCHWARZWÄLDER Vienna – SHEROANAWE HAKIHIIWE, ABRACaracas – WAQAS KHAN, SABRINA AMRANI Madrid – GIOVANNI KRONENBERG, RENATA FABBRI Milano – CHRISTIANE LÖHR, TUCCI RUSSO Torre Pellice, Torino – ANNA MARIA MAIOLINO, RAFFAELLA CORTESE Milano – ANA MANSO, UMBERTO DI MARINO Napoli – BRUNO MUNARI, MAURIZIO CORRAINI Mantova – OTOBONG NKANGA, LUMEN TRAVO Amsterdam – NICOLA PECORARO, GIANLUCACOLLICACatania – ADAM PENDLETON, PEDRO CERA Lisbon – JOSÉ MIGUEL PEREÑÍGUEZ, LUIS ADELANTADO Valencia, Mexico City – MARIO SCHIFANO, IN ARCO Torino – ACHRAF TOULOUB, PLAN B Berlin, Cluj – SANDRA VÁSQUEZ DE LA HORRA, SENDA Barcelona
ART SPACES & EDITIONS
Edizioni limitate, stampe e multipli di artisti contemporanei
ARTIKA, Barcelona – CASTELLO DI RIVOLI MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA Rivoli – COLOPHONARTE Belluno – L’ARENGARIO S.B. Gussago, Brescia – MARTINCIGHUdine – DANILO MONTANARI Ravenna – SANTOLAROSA Oslo – TRECCANI Roma

domenica 14 luglio 2019

Nuova Illuminazione dello Sferisterio di Macerata.

Dal 15 luglio lo Sferisterio di Macerata s’illuminerà di “nuovo”. È stata fissata, infatti, per lunedì prossimo, alle 21.30, l’inaugurazione dell’intervento di light design nell’ambito del nuovo progetto di illuminazione, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale e che si sta materializzando grazie all’ideazione artistica di progetti affidati  all’Accademia di Belle Arti nell’ambito del Piano Light Design Strategy redatto dall’istituto stesso.

Continuano nel frattempo, dalla settimana scorsa, i test dell’Accademia di Belle Arti di Macerata con l’obiettivo di verificare la congenialità dei materiali di supporti e gli adeguati puntamenti sul monumento rispetto al progetto esecutivo elaborato. È dunque evidente che le foto uscite in questi giorni, dopo le prime prove, non forniscono il risultato definitivo anche rispetto ad alcuni dettagli che, ovviamente, saranno illuminati come da progetto esecutivo.

L’impianto dello Sferisterio, realizzato interamente con apparecchi illuminanti di produzione IGuzzini,  interessa la facciata principale dell’arena su piazza Nazario Sauro e la parte tonda dell' emiciclo lungo via Diomede Pantaleoni. Ulteriori apparecchi a led illuminano il porticato di ingresso al monumento. 

Per quanto riguarda l’illuminazione artistica di Porta Mercato la struttura comprende apparecchi tipo linea luce per illuminare la volta e le due facciate oltre a sei apparecchi a incasso sul lato di piazza Nazario Sauro e altri quattro apparecchi su quello di piazza Mazzini. Per quanto riguarda invece piazza Nazario Sauro l’illuminazione è realizzata con 25 proiettori a led di varia potenza che sono stati posti in 6 gruppi sugli edifici che circondano la piazza stessa in sostituzione dei proiettori precedenti.

La realizzazione del progetto è possibile grazie alla stipula di una convenzione tra il Comune e l'Accademia di Belle Arti, finalizzata a una reciproca collaborazione per il progetto di riqualificazione, che rientra in quanto previsto dalla Strategia di sviluppo urbano sostenibile del Comune di Macerata “ITI IN-NOVA Macerata”, finanziata nell’ambito del POR FESR Marche 2014/2020, in particolare nel quadro degli interventi di “Illuminazione per l’efficientamento e la riqualificazione del paesaggio urbano” .

Con i nuovi interventi di light design prosegue anche il progetto di miglioramento di efficienza energetica degli impianti di pubblica illuminazione iniziato con la sostituzione, in molti quartieri della città, delle vecchie lampade a sodio con quelle a led. 

“Siamo pronti a vestire di luce notturna lo Sferisterio, convinti che il progetto dell’Accademia di Belle Arti di Macerata renderà il monumento della Città più famoso nel mondo ancor più affascinante ed attrattivo anche nella propria veste esterna. Questo è ancora il momento del lavoro da completare e lasciamo cadere senza particolari commenti le provocazioni strumentali di chi non ha ancora visto il risultato definitivo della illuminazione dello Sferisterio.
Sarà la Città a dare il giudizio nel momento in cui il progetto diverrà espressione artistica concreta: e lì finalmente la sensibilità personale, gli occhi di ognuno di noi, il quadro di insieme che comprenderà l’illuminazione anche di Porta Mercato e corso Cairoli, prenderanno il posto del rancore e del pregiudizio che, in ogni caso, pur con le legittime critiche, resteranno sentimenti perdenti ”.

venerdì 12 luglio 2019

Portfolio Italia – Gran Premio FUJIFILM - 13° edizione

La FIAF - Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, associazione senza fini di lucro che si prefigge lo scopo di divulgare e sostenere la fotografia su tutto il territorio nazionale, annuncia la quinta tappa di “Portfolio Italia – Gran Premio FUJIFILM”, il 13° Portfolio al Mare, che si terrà nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 luglio 2019 presso l’ex Convento dell’Annunziata (Sala Agave) di Sestri Levante (GE). Questa tappa di Portfolio Italia si colloca all’interno dell’evento 13° Festival Una Penisola di Luce (12 – 14 luglio 2019), prestigiosa iniziativa del territorio promossa e finanziata dall’Amministrazione Comunale di Sestri Levante.

Il Festival prevede tre giorni di eventi, mostre, proiezioni e laboratori che vedranno l’arte della fotografia declinata nelle sue più diverse forme e interpretazioni. L’evento, promosso dal Comune di Sestri Levante con la Soc. Mediaterraneo Servizi, è patrocinato dalla Regione Liguria e dal  MIBACT, oltre che dalla Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche. L’evento, infine, si avvale dell’organizzazione di Carpe Diem, Associazione di Sestri Levante. 

Tantissime le mostre in programma per questa edizione, tra cui “Ritratti di fabbriche” di Gabriele Basilico, “Espressioni” di Luciano Bertocco,  “La luce necessaria” di Lorenzo Zoppolato, “Black out” di Alessandro Fruzzetti, “Ritratti” di Marco Pozzi e “Dit is de Italiaanse Riviéra” di Cas Oorthuys.

I lettori di questa quarta tappa di Portfolio Italia, il 13° Portfolio al Mare, sono: Orietta Bay, Silvano Bicocchi, Giovanna Calvenzi, Luigi Erba, Monica Mazzolini, Fulvio Merlak, Roberto Mutti, Alessandra Quattordio, Isabella Tholozan

La Selezione è a tema libero e i Portfolio presentati (in numero massimo di due per Autore) non saranno soggetti ad alcuna limitazione, né per quanto concerne il numero d’immagini, né per il formato delle stesse. Quest'anno è anche presente una sezione dedicata alla lettura degli Audiovisi AV-LAB.

La Selezione non prevede suddivisioni in sezioni; saranno accettate tutte le tecniche di ripresa e tutti i procedimenti di stampa (su qualsiasi supporto cartaceo) ma saranno rifiutate le presentazioni di diapositive e di file digitali ancorché presentate da Autori muniti dell’attrezzatura necessaria per una corretta visione, e altresì non saranno valutate le presentazioni di lavori esibiti sotto forma di libri.

Nel corso dell’evento, infine, vi sarà la presenza promozionale del tavolo della FUJIFILM. 

Per consultare l’intero programma della manifestazione e iscriversi alle letture portfolio: www.associazionecarpediem.org 


FIAF
Fondata nel 1948 a Torino, la FIAF è un'Associazione senza fini di lucro, attenta da sempre alle tendenze e alle istanze culturali della fotografia italiana, che si prefigge lo scopo di divulgare e sostenere la fotografia amatoriale su tutto il territorio nazionale. In oltre sessant’anni di storia la FIAF non ha cambiato il suo originale intento ed oggi annovera circa 5.500 associati e 550 circoli affiliati, per un totale di oltre 40.000 persone coinvolte nelle attività dell’Associazione, accomunate dalla passione per il mondo della fotografia e a cui fornisce molteplici servizi, dai più pratici mirati al sostegno alle organizzazioni a quelli rivolti alla formazione e alla crescita culturale di ogni singolo associato. www.fiaf.net


UFFICIO STAMPA
6Glab - il laboratorio di idee di SEIGRADI 
Via B. Eustachi 31 - 20129 Milano
Tel. +39.02.84560801 
Email: 6Glab@seigradi.com 

mercoledì 10 luglio 2019

Serate Futuriste del Lucca Center of Contemporary Art

Continuano le “Serate Futuriste” del Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art arrivate ormai al terzo appuntamento. Giovedì 11 luglio 2019 dalle ore 19 alle 21,30 si potrà visitare la mostra “Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario” con biglietto di ingresso ridotto mentre si potrà accedere gratuitamente nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground per la mostra di Giuseppe Ciccia “La sfida di Icaro”, ispirata al mito greco riletto in chiave contemporanea. 



Negli stessi orari sarà attivo il FuturApe, l’angolo dei percorsi enogastronomici che ci farà scoprire i prodotti del territorio lucchese e toscano grazie alla collaborazione con Est – Event Service Tuscany. Sulla terrazza del museo si potranno ascoltare fino alle ore 22 le BalcoNote: improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Ignazio Rossi. 

In alternativa, per i più nottambuli, dalle ore 22 sarà possibile fare una speciale visita alla mostra di Depero approfittando del programma ForDepero che prevede uno spettacolo teatrale a tema con Antonella Lucii e Francesco Bargi, la ballerina Benedetta Bresson, i suoni di Edoardo Clermont e la consulenza di Angela Avitto. 

Quando Depero progettò i costumi e la scenografia per ”Il canto dell’Usignolo” con musiche di Stravinskij non poteva immaginare che avrebbe dato inizio a un percorso inedito e dirompente che avrebbe cambiato il concetto di forma e di composizione nelle arti visive. La performance, ideata da Antonella Lucii, vuole partire dal mondo della danza per destrutturare la cultura convenzionale, minare le arti accademiche per ricostruire, seppure per una notte, un nuovo brandello di vita vera, sconcertante e profonda come le composizioni di Depero. I posti sono limitati e si consiglia la prenotazione allo 0583.492180. 


IL PROGRAMMA DELLE “SERATE FUTURISTE” IN DETTAGLIO
Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra dalle ore 19 alle ore 21,30 e FuturApe: degustazioni enogastronomiche in collaborazione con Est – Event Service Tuscany; BalcoNote: musica dal vivo sulla terrazza dalle ore 20,30 alle ore 22; ForDepero: dalle ore 22 performance teatrali e musicali a tema all’interno della mostra “Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario”. 

GIOVEDÌ 11 LUGLIO 
H 19 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Cantina Inserrata Biologica, La Serra (PI) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Ignazio Rossi
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance teatrale con Antonella Lucii e Francesco Bargi, ballerina Benedetta Bresson, suoni di Edoardo Clermont, consulente Angela Avitto 

GIOVEDÌ 18 LUGLIO 
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Cantina La Regola, Riparbella (PI) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Sasha Oleg
H 20:30 – 22:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance teatrale a cura di Marianna Perilli 

GIOVEDÌ 25 LUGLIO 
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Cantina Moris Farms, Massa Marittima (GR) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Vittorio Krayer
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance teatrale a cura di Cataldo Russo 

GIOVEDÌ 1 AGOSTO 
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Tenuta Le Ripalte, Capoliveri (LI) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con la chitarra classica di Meme Lucarelli 
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance a cura di Girolamo Deraco 

GIOVEDÌ 8 AGOSTO 
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Tenuta Marsiliana, Grosseto (GR) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Taddeus Jensen
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance sonora con Sonia Ciani e Sara Bianchi

GIOVEDÌ 22 AGOSTO 
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica con prodotti del territorio 
Vini della Cantina Usiglian del Vescovo, Palaia (PI) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Vladimiro Tosi
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Visita alla mostra e performance teatrale a cura di Elisa D’Agostino e Filippo Battaglia 


SABATO 24 AGOSTO – SPECIALE NOTTE BIANCA
H 19:00 – 21:30 Apertura serale straordinaria con biglietto ridotto alla mostra
H 20:30 – 22:00 BALCONOTE | Improvvisazioni musicali con il violino elettrico di Giorgio Lami
FUTURAPE | Percorsi di degustazione enogastronomica di prodotti del territorio 
Vini della Cantina Val delle Rose, Grosseto (GR) 
Salumi del Salumificio Artigianale Triglia, Camaiore (LU)
Formaggi Caseificio Marovelli, Vibbiana (LU)
H 22:00 – 23:00 FORDEPERO | Improvvisazioni di musica sperimentale elettroacustica con Alberto Gatti e video mapping con Massimo D’Amato 



INFO
H 19 – 21:30 Biglietto ridotto mostra € 8,00
Gratuito per bambini fino a 6 anni.

FUTURAPE 
Percorsi enogastronomici:  BIANCO - ROSA - ROSSO 
Ogni percorso prevede un calice di vino e un tagliere di salumi e formaggi
1 Percorso € 10,00 
2 Percorsi € 18,00 
3 Percorsi € 25,00 

H 20:30 – 22:00 BALCONOTE 
Performance gratuita. Terrazza del museo.

H 22:00 – 23:00 FORDEPERO 
Biglietto mostra + performance teatrale o musicale:
INTERO € 15,00
RIDOTTO € 8,00 dai 10 ai 17 anni e convenzioni Hotel Partner
GRATUITO per bambini fino ai 10 anni



Per info:
Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art 
Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca tel. +39 0583 492180 
www.luccamuseum.com  info@luccamuseum.com

giovedì 4 luglio 2019

Nasce a Roma un nuovo polo culturale Generali Valore Cultura a Palazzo Bonaparte.

Generali Italia apre il primo spazio Generali Valore Cultura a Palazzo Bonaparte, lo storico palazzo a Roma, conosciuto per il suo balconcino verde dove Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone Bonaparte, osservava il via vai dalle feritoie della verandina tra Piazza Venezia e via del Corso. 

Dopo un importante restauro, il Palazzo diventa un nuovo polo di arte e cultura per la comunità grazie alla partnership con Arthemisia: in uno degli edifici storici più belli e preziosi di Generali saranno accolte mostre, eventi culturali e didattici con particolare attenzione alle famiglie e ai giovani.

Il 6 ottobre arriva, infatti, la prima mostra “Impressionisti segreti” con oltre 50 opere provenienti dalle più importanti collezioni private del mondo, normalmente inaccessibili. Si tratta di opere per lo più mai concesse prima d’ora in prestito, di artisti quali Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin e Signac

Per celebrare l’evento, il  9 luglio dalle 14 alle 24 la prima apertura straordinaria di Palazzo Bonaparte per i cittadini con #PalazzoinMostra.

Lucia Sciacca, Direttore Comunicazione e Sostenibilità di Generali Italia, ha dichiarato: “Palazzo Bonaparte rappresenta un nuovo passo lungo il percorso tracciato da Generali Valore Cultura in questi ultimi anni. Un progetto che nasce proprio con l’idea di rendere vivo il patrimonio artistico e culturale con iniziative di partecipazione e accessibilità offrendo esperienze innovative, coinvolgenti per le persone e rilevanti per l’intera comunità. In 3 anni, gli eventi di Generali Valore Cultura hanno coinvolto oltre 3,5 milioni di persone con molta attenzione ai giovani e alle famiglie.

Iole Siena, Presidente del Gruppo Arthemisia, ha dichiarato: “Partecipare alla nascita del nuovo polo culturale Generali Valore Cultura a Palazzo Bonaparte a Roma è per noi un grande privilegio; vi porteremo importanti mostre d’arte, iniziando con uno dei temi più appassionanti per il pubblico, l’Impressionismo. Con Generali condividiamo da anni l’obiettivo di aprire le porte della cultura a quante più persone possibili, certi del valore sociale e umano derivante dalla conoscenza dell’arte. L’arte non deve essere per pochi, deve essere capita e amata da tutti, e da sempre Arthemisia si impegna in questa direzione.

sabato 29 giugno 2019

Gianfranco Becucci - Blues Valentines

Venerdì 5 luglio ore 18 inaugura alla Galleria Immaginaria la mostra di Gianfranco Becucci  Blues Valentines.

L’arte è il linguaggio dell’anima. L’arte nutre l’anima.
Perciò, quando poi l’artista ha il dono di potersi esprimere attraverso molteplici modalità espressive, allora è possibile che l’osservatore attento possa essere toccato nelle corde più intime.

Questo è il caso del poliedrico Gianfranco Becucci che riassume in sé le arti visive e musicali.
Ho letto che lui stesso ha detto “solo nell’unione delle arti si può tentare di avvicinarsi alla bellezza assoluta”. Sono d’accordo con lui e il suo percorso ne è un tentativo e una testimonianza al tempo stesso. 

Art is the language of the soul. Art feeds the soul.
It is when the artist has the gift of being able to express himself throught different medias that it is possible for an acute observer to be touched in his/her deepest chords.
This is the case of the poliedric Gianfranco Becucci, who combines visual arts and music.
I read that he said “only in the union of the arts we can try to get closer to the ideal of absolute beauty”. I agree with him and his artistic path stands to that statement as an attempt and an evidence. 


GIANFRANCO BECUCCI

is a florentine artist, born in 1959.



high school of arts degree and music conservatory

chamber music concertist and composer for theatre and stage performances

jazz player in italian clubs 

meanwhile he keeps painting and working on the tight relation between visual and music communication



Galleria Immaginaria

Via Guelfa n.22 ar Firenze

telefono +39 055 2654093

www.galleriaimmaginaria.com

mercoledì 26 giugno 2019

Premio Carla Fendi / Neural Mirror

A conclusione della performance Ecce Robot, il Premio Carla Fendi che viene assegnato a personalità italiane e internazionali che si sono distinte per il loro impegno professionale nel settore della ricerca.

Giunto all’ottava edizione, il riconoscimento sarà conferito a due importanti figure della Soft Robotica, due donne che con il loro lavoro rendono il futuro già presente: Cecilia Laschi e Barbara Mazzolai. La cerimonia – introdotta da Marco Cattaneo direttore di National Geographic – sarà anticipata dall’intervento di Giorgio Metta Vicedirettore dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, autorevole personalità della Robotica italiana e internazionale e padre del robot umanoide ICub, che racconterà i suoi studi sulla robotica.

Le due ricercatrici – inserite tra le 25 scienziate più geniali dall’associazione RoboHub, punto di riferimento nel campo dell’automazione – ricevono il Premio che consiste in un contributo economico di 30.000 euro da destinare ai propri istituti.

Il riconoscimento va a Cecilia Laschi, Professore Ordinario di Bioingegneria Industriale all’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, “per lo sviluppo del primo robot soffice, ispirato al polpo, che ha inaugurato così il settore innovativo della robotica soft che oggi coinvolge ricercatori di tutto il mondo” e finanzierà un Assegno di Ricerca finalizzato allo studio della sostenibilità di soft robot a basso impatto ambientale – riciclabili o biodegradabili.

Barbara Mazzolai, Direttrice del Centro di Micro-BioRobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Pontedera, riceve il premio, che sarà destinato al finanziamento di una borsa di studio nell’area della robotica bioispirata, “per lo sviluppo di robot ispirati al mondo della natura, in particolare a quello delle piante con la costruzione del primo robot plantoide che simula le radici di una pianta”.


NEURAL MIRROR
EX CHIESA DELLA MANNA D’ORO
30 GIUGNO – 14 LUGLIO

Il discorso sull’Intelligenza Artificiale prosegue nell’installazione Neural Mirror, nella ex Chiesa della Manna d’Oro. Oggi le Intelligenze Artificiali sanno percepire l’ambiente che le circonda, sono in grado di riconoscere le generalità delle persone che si trovano nel loro raggio di azione e di decodificare le loro emozioni.

Neural Mirror è una installazione che utilizza questa tecnologia portandola in ambito artistico e di ricerca. Il visitatore, davanti ad interfacce specchianti, diventa un flusso di informazioni interpretato e messo in scena dall’AI che ne rielabora l’immagine in tempo reale, trasformandola in un alter ego digitale. 

Le peculiarità fisiche vengono lette insieme al sesso, ai riferimenti demografici, agli stati emozionali: un riflesso virtuale, una sorta di identikit che la memoria dell’Intelligenza Artificiale affida ad un segno grafico trasmesso alla stampa.



Fondazione Carla Fendi
Via del Leoncino, 16 - 00186 Roma
Tel. +39 06 68307420 - fax +39 06 68217776
fondazionecarlafendi@gmail.com - www.fondazionecarlafendi.it

lunedì 24 giugno 2019

Bestia chi legge alla Kasa dei Libri

Kasa dei Libri (Largo De Benedetti, 4 Milano) presenta la mostra di Giovanni Tamburelli BESTIA CHI LEGGE dal 28 giugno al 10 luglio 2019

Per Giovanni Tamburelli – torinese classe ’52 - gli animali sono una magnifica ossessione, scolpiti da anni in tutte le forme e i modi possibili. E non solo gli animali più nobili, dalle forme agili ed eleganti, come le giraffe o i colibrì – no: qui si parla di un vero e proprio zoo che include bestie verso le quali anche un santo nutrirebbe sentimenti di avversione. Addirittura, a volte Tamburelli è riuscito a fare un elogio dell’insopportabile zanzara. In quei casi, tra l’altro, lo sosteneva un grande amico di Kerbaker che non c’è più, Sebastiano Vassalli, e infatti è da lì che il nostro padrone di kasa ha imparato a conoscerlo. Aveva ragione Vassalli: perché sapeva che le bestie, tutte le bestie, affidate alle mani sapienti di Tamburelli, diventavano subito snelle, piacevoli, incluse le odiosissime zanzare. Un piccolo miracolo, visto che è ottenuto prevalentemente con il ferro, materia che non ispira mai un’eccessiva empatia la cui arte Tamburelli ha ereditato dal padre, dal nonno e dal bisnonno, tutti fabbri di grandissima abilità. 

Ma perché mai una mostra alla Kasa dei Libri? Qualche animale che legge noi ce l’abbiamo tra gli scaffali e come se non bastasse quelli di Tamburelli non leggono; eppure sono felici e ispirano allegria. E, come tutte le cose dotate di queste caratteristiche, hanno con il mondo dei libri un rapporto di forte attrazione. Molti di loro sono stati trasformati in piccoli scaffali, a volte saldi, a volte un po’ meno, ma di sicuro oggetti che qualsiasi amante dei libri potrebbe desiderare per i suoi spazi. Oppure alcuni di loro si trasformano in leggii, pronti a sopportare, con il loro ferro duro, la fisicità della cultura. Insomma, lo zoo di Tamburelli all’occorrenza sa anche leggere; e allora, benvenuti i suoi componenti alla nostra Kasa.


BESTIA CHI LEGGE
Alla Kasa dei Libri sculture "bestiali" di Giovanni Tamburelli
28 giugno - 10 luglio 2019

Inaugurazione 27 giugno ore 18 

Kasa dei Libri
Largo De Benedetti, 4 Milano

venerdì 21 giugno 2019

Summer course drawing e painting academy

Scorci che illuminano il cuore e la mente. Roma è citta d'arte per eccellenza: le sue strade, i vicoli e le architetture comunicano bellezza, affascinando. Ne sono ben consapevoli i turisti e gli intellettuali che affollano la città eterna nei diversi periodi dell'anno, alla ricerca di un senso di appartenenza ad una storia più che millenaria.


In questo scenario, sempre diverso, RUFA ha inteso organizzare degli corsi di alta formazione che consentono di abbinare la conoscenza alla vacanza. A partire dal prossimo 3 luglio, infatti, la Summer Academy, firmata Rome University of Fine Arts, si trasforma in opportunità. 

Gli studenti, non solo stranieri, che vorranno prendere parte a questa esperienza potranno così abbinare il soggiorno in una delle capitali più belle del mondo ad una full- immersion sui temi dell'arte e della contemporaneità. Frequentando la Summer Academy, oltre a perfezionare l'uso della lingua, è possibile ampliare le proprie competenze nelle discipline che, in questi primi vent'anni dalla propria fondazione, hanno consentito a RUFA di divenire un prestigioso centro didattico multidisciplinare. E poi c'è l'attrazione magnetica degli innumerevoli giacimenti culturali che Roma, incondizionatamente, offre quotidianamente a chi la vive.



La Summer Academy è gestita in collaborazione con la Scuola di lingue Torre di Babele. Non solo teoria ovviamente, ma laboratori didattici di pittura, disegno, fotografia, cinema. Gli studenti stranieri inoltre, saranno seguiti da docenti specializzati nella trasmissione e nell'apprendimento della lingua italiana, soprattutto nella conversazione e nell'uso delle espressioni di uso quotidiano.

I corsi RUFA Summer Academy sono aperti a tutti ed è anche previsto il rilascio di un attestato.

Le attività avranno luogo presso la sede RUFA Pastificio Cerere, nel cuore del quartiere San Lorenzo, tra le piazze ed i locali che hanno reso speciale e unica la vita di Pier Paolo Pasolini, tra gli atelier degli artisti resi celebri dal critico Achille Bonito Oliva, tra gli studio dei fotografi e dei registi più affermati. Per saperne di più il sito unirufa.it è il dispenser naturale di tutte le informazioni e richieste in merito.

Tra i primi corsi a partire a luglio, il workshop "Summer course drawing & painting academy" vuole offrire una formazione molto particolareggiata nell'ambito della pittura ad olio e al disegno artistico. Le lezioni si snoderanno su base settimanale, con classi formate, al massimo, da 15 allievi. Le iscrizioni sono ancora aperte. 

Per maggiori informazioni sui temi del corso visita la pagina dedicata.





martedì 18 giugno 2019

Tenere il punto a Torre di Moresco Centro Arti Visive con Renzo Marasca

Sabato 22 giugno alle ore 18.30 il terzo appuntamento della nuova stagione espositiva del TOMAV - Torre di Moresco Centro Arti Visive con Tenere il punto, personale di Renzo Marasca a cura di Milena Becci.

La caratteristica torre eptagonale è sede del Centro Arti Visive e dalla fine del 2010 ospita, con la direzione artistica di Andrea Giusti, proposte artistiche e culturali che si presentano sui quattro piani della costruzione risalente al XII secolo e ubicata nel centro storico del piccolo borgo marchigiano di Moresco. Sabato 22 giugno questa peculiare struttura architettonica accoglie il progetto site-specific di Renzo Marasca, artista nato a Jesi (AN) che dal 2015 vive e lavora a Lisbona dov’è approdato a seguito di numerose esperienze vissute a livello internazionale. Tenere il punto è nata da una profonda relazione, sempre esistita e naturalmente empatica, con la propria terra d’origine. Lo studio del paesaggio circostante, noto all’artista, diviene registrazione segnica e cromatica rapportandosi con la verticalità della torre. Centrale all’interno della programmazione del TOMAV, questa personale è simbolo di un amore che si trasforma e si imprime sulla tela con il passare del tempo e con i mutamenti dell’esistenza individuale e del vissuto della collettività.

Renzo Marasca realizza piccole tele, carte veline e sottili linee di ferro modellate con le mani che entrano in relazione con lo spazio interno in un rimando poetico con la natura della valle dell’Aso. Tenere il punto significa trovare una posizione precisa, affermare la necessità, urgente ed attuale, di pensare per suggestioni e di riappropriarsi di quell’aspetto tipicamente umano che alberga nell’immaginazione, dichiara Marasca. È un percorso politico e poetico sull’idea di libertà. La torre è uno scrigno che contiene qualcosa di prezioso e fragile, qualcosa che deve essere preservato e che ha a che fare con la memoria del sapere. Le opere, anch’esse preziose e fragili, suggeriscono allo spettatore un’apertura verso l’esterno, verso l’altro. Lo sguardo sulla linea dell’orizzonte è attraversato dalla verticalità dell’architettura e dalle opere che cercano di tenere il punto. Il foro circolare chiuso da un vetro, apice della cupola all’ultimo piano, è di per sé idea di libertà rafforzata dal paesaggio mentale ritratto sulla tela. Quella di Renzo Marasca è una presa di posizione specifica che lega l’interno della struttura e l’esterno del paesaggio con ed attraverso la profondità dell’artista e di ogni essere umano.

Un suono proveniente da altre terre invade l’ultimo piano del TOMAV come un ricordo lontano o come un richiamo che giunge da Cabo da Roca, estrema punta del continente europeo, luogo che il poeta portoghese Luís Vaz de Camões definì Aqui...Onde a terra se acaba e o mar começa… (Qui…dove la terra finisce e il mare comincia…).

Tenere il punto, personale di Renzo Marasca a cura di Milena Becci, inaugura sabato 22 giugno alle ore 18.30 e sarà visitabile fino al 21 luglio, da venerdì a domenica dalle ore 18 alle ore 20.
In occasione dell’opening verrà servito un aperitivo offerto dalla Cantina CASTRUM MORISCI di Moresco (www.castrummorisci.it).




Renzo Marasca (Jesi, Ancona) vive e lavora a Lisbona dal 2015.
Dopo il diploma di laurea in Restauro di opere pittoriche, Marasca decide di continuare gli studi di ricerca individualmente. Ha sviluppato la sua conoscenza della pittura in residenze presso il Piramidón Centre d'Art Contemporani a Barcellona (2014) e alla LA54 di Berlino (2012).
Ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui il premio ORA, Venezia (2013), il Premio Celeste, Milano (2009) e il Premio Morlotti, Milano (2004). Le principali mostre dell'artista includono: From Night to Dawn, Galeria Belo Galsterer, Lisbona (2019); artista invitato nella selezione del Premio Internazionale G.B. Salvi, Italia (2018); Piccola Scala, Istituto Italiano di Cultura, Lisbona (2018); Eutopia - L'Europa come corpo complesso, Fusion Art Gallery, Torino (2016); Ideologie der Nature, Corpo 6 Galerie, Berlino (2013); Blasius / Litzkow / Marasca, S & G Galeries, Berlino (2010). Le opere di Marasca fanno parte della collezione pubblica dell'ambasciata italiana nella Repubblica di San Marino e del Museo d'arte italiano Bengasi, in Libia.



Tenere il punto
di Renzo Marasca
a cura di Milena Becci
TOMAV - Torre di Moresco Centro Arti Visive
Comune di Moresco (FM)
Tel_0734 259983 / Cell_351 5199570
Web site_www.comune.moresco.fm.it
E-mail_tomav@libero.it
Facebook_www.facebook.com/TorreMorescoCentroArtiVisive/
Instagram_www.instagram.com/torre_moresco/