mercoledì 27 aprile 2016

Giorgio Cattani : Dì La da Dove per Andar Dove.

Sabato 7 maggio 2016 alle ore 18.00, aprono le porte della nuova Galleria FabulaFineArt, uno spazio giovane e moderno nel cuore della rinascimentale città di Ferrara, desiderato, voluto e ideato da Giorgio Cattani che, recuperando l’interno dei locali che furono sede della storica azienda della Famiglia Pazzi, approda a questo nuovo progetto come rinnovata ripartenza nel ruolo di gallerista.

Cattani, con la sua ampia e continuativa esperienza di artista, si propone di innestare una fiammante spinta propulsiva alla città, rivolgendosi a un pubblico nazionale e internazionale nelle future proposte espositive di FabulaFineArt, ufficialmente in programma dal prossimo ottobre 2016

«Non si scappa dai luoghi, non si cancellano le origini, è vero invece, che dai luoghi si deve partire e che l’origine va alimentata ed arricchita con nuove e diverse conoscenze».
Con queste parole – vera e propria dichiarazione d’intenti – FabulaFineArt inizia il suo percorso, che vedrà progressivamente lo snodarsi di proposte attente tanto al lavoro di artisti storicizzati, quanto a quello di emergenti, che di volta in volta occuperanno gli spazi di questo luogo: «seme che crea alberi con rami che portano ad un cielo infinito di nuove sensazioni, di nuove emozioni».

Fil rouge di FabulaFineArt sarà sempre la presenza di un’opera di un artista connotato nel tempo, indipendentemente dalla sua notorietà raggiunta, semplicemente come soffio osservante di quelli che vivono la ricerca contemporanea, immersi nel linguaggio del tempo dell’oggi.

Il primo soffio di aria nuova a Ferrara lo offre lo stesso Giorgio Cattani entrando negli spazi di FabulaFineArt con la mostra Dì La da Dove per Andar Dove, il cui titolo – tipico per lui – racconta tanto della sua poetica quanto delle intenzioni sottese al progetto stesso della Galleria.

Eccolo qui Cattani che, come un viandante – come lui stesso ama definirsi – attraversa e raggiunge luoghi, li sposta, li sovrappone, li mescola e ne crea di nuovi attraverso le sue opere che hanno sempre un rimando ai concetti di trasferimento – da e in altro luogo – migrazione e transumanza dell’uomo.  Sono i pensieri a muoversi e a fissarsi in immagini di cronaca, tratte dal web o dalla televisione su cui Cattani posa il proprio sguardo come una lente d’ingrandimento, rielaborandole e ripresentandole in frammenti visivi. Forme, figure e oggetti, solo in apparenza sconnessi fra loro, diventano le tracce, gli indizi di un “passaggio”, di un “transitare” che inconsciamente o no, interessa ciascuno di noi, chiamato a interrogarsi e rispondere della propria presenza nel flusso dell’esistenza, nella relazione con i luoghi, negli incontri e negli addii con le persone. 

Ecco allora che, in questo nuovo ambiente, negli spazi di "Dì La da Dove per Andar Dove", una galleria che per definizione esprime l’idea d’impermanenza, in quanto soggetta alla transitorietà di un fenomeno, come una mostra o l’opera di un artista che cambia e varia nel tempo, albergano le opere di Cattani. Incontriamo dipinti e oggetti che gli appartengono e due enormi “casse” – parte della sua più recente produzione - che esprimono la condizione di passaggio, l’idea di non fissità, di qualcosa che deve essere spostato altrove, cui si affiancano inediti lavori che, ancora una volta, riflettono sui concetti di arrivo, sosta, muro, barriera, tensione politica, offrendo l’opportunità d’interrogarsi sul senso della nostra presenza in un luogo. 

FabulaFineArt si fregia di un Comitato Scientifico composto di storici, critici e professionisti dell’arte, chiamati a progettare e valutare le prossime proposte espositive, rispondenti ai nomi di: Francesca Boari, Andrea Del Guercio, Maria Letizia Paiato, Erika Scarpante e Veronica Zanirato, oltre che dello stesso Giorgio Cattani.

Giorgio Cattani, riconosciuto maestro della ricerca installativa e video, è un ricercatore continuo sul linguaggio dell’arte, che riesce a mantenere e portare avanti la sua suggestiva filosofia poetica toccando forme sempre diverse ed inaspettate: “le forme appartengono all’oggi, il pensiero all’infinito”. Da navigatore sul mare dell’arte – come ama definirsi – non cerca porti dove arrivare,ma approdi da cui sempre poter partire. Dai molti attracchi importanti che ha toccato, tra i quali Documenta 8 a Kassel, la XLV Biennale di Venezia, Palazzo delle Esposizioni di Roma, Triennale di Milano, LIV Biennale di Venezia - Padiglione Italia - Torino, oggi insegna sulla cattedra di Tecniche Pittoriche all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano.


Dì La da Dove per Andar Dove - Giorgio Cattani
Curatori: Comitato Scientifico FabulaFineArt
Inaugurazione: Sabato 7 maggio 2016 ore 18.00
Dall’8 maggio al 15 giugno 2016.
Orario: Giovedì, venerdì e sabato 16.00 /19.00 e su appuntamento

Galleria FabulaFineArt
Via Del Podestà 11 – 44121 Ferrara (FE)
Info: fabulafineart@gmail.com
Tel: 347-6929917|348-3556821