sabato 16 aprile 2016

Severini e Boccioni: due destini incrociati

A 100 anni dalla scomparsa di Boccioni e a 50 da quella di Severini due grandi mostre celebrano il loro indiscusso talento: Boccioni . Genio e memoria al Palazzo Reale di Milano, dal 23 marzo fino al 10 luglio, e Severini. L'emozione e la regola alla Fondazione Magnani Rocca fino al 3 luglio, da visitare entrambe per ricostruire un'epoca artistica straordinaria e scoprire due grandi protagonisti dell'Arte italiana del Novecento.

«Filosofi ed esteti possono dare definizioni eleganti e profonde di arte e bellezza, ma per il pittore sono tutti riassunti in questa frase: per creare un’armonia»

La mostra in corso alla Fondazione Magnani Rocca SEVERINI L’emozione e la regola, a cura di Daniela Fonti e Stefano Roffi, vuole far conoscere al pubblico l’intera attività del pittore di Cortona attraverso i temi portanti del sua personalissima esperienza artistico: il Ritratto/la Maschera, la Danza, la Grande decorazione, la Natura morta, il Paesaggio e infine il Libro d’artista.

Un percorso nello spazio e nel tempo bruciato con la rapidità di un vero futurista. Scopri la mostra


Umberto Boccioni, indiscusso protagonista dell’Avanguardia italiana, raccontato attraverso i suoi dipinti più celebri (provenienti da importanti istituzioni museali e collezioni private di tutto il mondo), le sue sculture più importanti, bozzetti preparatori, libri, riviste, fotografie d’epoca , documenti inediti riemersi solo di recente e un’ eccezionale selezione di 60 disegni di Boccioni provenienti dal Castello Sforzesco di Milano, per un totale di 280 opere in mostra.

UMBERTO BOCCIONI (1882-1916): genio e memoria è a Palazzo Reale (Milano) dal 23 marzo fino al 10 luglio. 

SEVERINI. L'emozione e la regola.
19 marzo — 3 luglio 2016 


Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo – Parma.
Mostra e catalogo a cura di Daniela Fonti e Stefano Roffi.
Editore del catalogo: Silvana Editoriale
www.magnanirocca.it
Corso Galileo Ferraris, 30 – Torino