sabato 8 ottobre 2016

La grande A al Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini


Appuntamento del Circolo dei Lettori - Fondazione Adolfo Pini,che si terrà giovedì 13 ottobre alle ore 18.30. Per la serie Giovani talenti, verrà presentato il romanzo d’esordio della scrittrice Giulia Caminito dal  titolo La Grande A, in uscita per Giunti proprio lo stesso giorno dell’incontro. L’autrice  dialogherà  con Matteo Marchesini, poeta romanziere e critico letterario. L’attrice Erika Renai leggerà  brani tratti dal testo.   
   
Dalla scrittura forte, sicura, inventiva, inconsueta, liberamente ispirato alla biografia di famiglia    – i nonni si conobbero ad Assab e la bisnonna fu guidatrice di camion, contrabbandiera di alcolici e personalità vivace della comunità italiana di Etiopia ed Eritrea –il romanzo è ambientato in  un’Africa che alcuni italiani hanno conosciuto bene, tra fascismo e dopoguerra. Protagonista   assoluta – circondata da personaggi dal fascino potente e ambiguo – è Giada, ragazzina fragile,“una   raganella” leggera come “un sacco di bietole”, che sbarcherà nelle ex colonie italiane per      ricongiungersi finalmente alla madre, ma incontrerà la vita nelle sue forme più ruvide, sullo     sfondo di una Storia rimossa o dimenticata.      
 
Matteo Marchesini,oltre ad alcuni libri per ragazzi, ha pubblicato la raccolta di versi Marcia       nuziale (2009), le satire di Bologna in corsivo (2010), il romanzo Atti mancanti (2013), i saggi    letterali di Da Pascoli a Busi (2014) e la raccolta di poesie Cronaca senza storia (2016). Collabora
  con Radio radicale, “Il Foglio” e “Il Sole 24 ORE”.
 Erika Renai è diplomata presso la scuola del Piccolo Teatro di Milano. Ha lavorato con Luca   Ronconi, Peter Stein, Gianfranco De Bosio e con il Maestro Giorgio Gaslini. Ha collaborato con    Rai Tre e RAI Storia. In questa stagione sta presentando il monologo dal titolo E fu chiamata    donna.
  
Nato dall’incontro tra la Fondazione di Corso Garibaldi, dedicata alla promozione delle arti, e la     curatrice ed editor indipendente Laura Lepri, il Circolo dei Lettori – Fondazione      Pini prosegue la propria missione volta a promuovere l’interesse per la lettura e la letteratura, dopo     essere divenuto un punto di riferimento milanese per appassionati di libri, autori ed editori nei suoi primi due anni densi di incontri e progetti: 70 gli appuntamenti letterari organizzati per adulti  Francesco Piccolo (Premio Strega 2014), Andrea Vitali, Marco Missiroli (Premio Campiello Opera  prima 2006), Vittorio Sgarbi (storico e critico d’arte), Piero Dorfles (giornalista e critico letterario),   Luca Formenton (presidente della casa editrice Il Saggiatore).
 Fin dalla sua creazione Il Circolo dei Lettori si è identificato con una specifica vocazione di   promozione della lettura declinando gli appuntamenti per tipologie diverse di lettore. Costruiti sulla   falsariga delle collane editoriali, i vari cicli di incontri disegnano una mappa che favorisce   l’orientamento e l’approfondimento di fronte alla sovrabbondanza della produzione editoriale   contemporanea. Otto gli itinerari proposti: Incontri con gli scrittori; le Conversazioni tra amiche che    leggono; Raccontami la storia; Leggere le città; Leggere i Classici; Giovani talenti; A due voci; e      Scelti da noi.   
Fondazione Nata nel 199 A1 dpoelrf ov oPloinnit à di Adolfo Pini (1920-1986), la Fondazione che porta il suo nome ha  a Milano nell’elegante palazzina di fine Ottocento in corso Garibaldi 2. Oltre ad Adolfo Pini, uomo   
 di scienza e docente di fisiologia, qui ebbe dimora e studio il pittore Renzo Bongiovanni Radice   (1899-1970), zio materno di Pini, che fu una figura chiave nella formazione culturale del nipote,    guidandone in particolare l’interesse verso le arti. Per volontà di Adolfo Pini la Fondazione è   dedicata alla memoria dello zio con l’obiettivo di promuoverne e valorizzarne l’opera pittorica,   attraverso studi e mostre, e il sostegno ai giovani artisti attivi in tutte le arti, con borse di studio,    offerte formative e altre iniziative. Essa promuove inoltre anche la figura di Adolfo Pini che,      accanto ala sua attività scientifica, fu anche scrittore, poeta, compositore e appassionato d’arte,       rappresentando una perfetta sintesi di cultura scientifica e umanistica. Tra le iniziative promosse   dalla Fondazione Adolfo Pini vi è il Circolo dei Lettori, a cura di Laura Lepri, Storie Milanesi, a
cura di Rosanna Pavoni e un nuovo progetto artistico che coinvolge sia studenti di NABA Nuova
 Accademia delle Belle Arti di Milano sia dell’Accademia di Brera, a cura di Adrian Paci.
 


Al Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini per la serie “Giovani talenti” Giulia Caminito racconta il suo libro d’esordio La grande A (Giunti) insieme a Matteo Marchesini ed Erika Renai

Giovedì 13 ottobre ore 18.30 Fondazione Adolfo Pini

Corso Garibaldi 2, Milano

(ingresso libero fino a esaurimento posti)


www.fondazionepini.it

Facebook : Fondazione Pini



Uffucio stampa Fondazione Adolfo Pini