mercoledì 29 marzo 2017

A Palazzo Reale, la mostra "Charlotte Salomon".

Giunge per la prima volta in Italia, dal 30 marzo a Palazzo Reale, l'opera di Charlotte Salomon, giovane artista ebrea morta ad Auschwitz, che prima di essere deportata riuscì a mettere in salvo il racconto pittorico della sua vita, affidandolo al suo medico.

Sopravvissuto alle persecuzioni e alla guerra, il lascito artistico si compone di 1325 documenti tra tempere, veline, annotazioni, varianti pittoriche e altre prove, con una scelta di quasi 800 tempere selezionate dall'autrice stessa quali immagini del racconto definitivo.

Vita? O Teatro?" espone 270 tempere, insieme a decine di fotografie storiche che illustrano la sua vita. La mostra, a cura di Bruno Pedretti, è promossa e prodotta dal Comune di Milano, Palazzo Reale e Civita Mostre, in collaborazione con il Jewish Historical Museum di Amsterdam.

Dagli anni Sessanta le tempere di Charlotte Salomon sono state esposte in forma antologica in importanti musei, ma mai in Italia.