mercoledì 22 marzo 2017

Il Mondo Magico di Cecilia Alemani

Qualcosa incomincia a trapelare del progetto per il Padiglione Italia della Biennale d'Arte di Venezia.

Cecilia Alemani, curatrice del Padiglione Italia della Biennale d'Arte di Venezia, che apre le porte dal 13 maggio al 26 novembre, prende in prestito il titolo dal celeberrimo libro dell'antropologo Ernesto De Martino, per nominare il suo progetto: Mondo Magico.

Che poi è l'unico fil rouge che unisce i tre artisti chiamati a rappresentarci con le loro opere : Giorgio Andreatta Calò dialogherà con la copertura del maestoso edificio dell'Arsenale realizzando una grande installazione ambientale che ne amplificherà - magicamente - i volumi e i dettagli; Roberto Cuoghi riempirà parecchio spazio del padiglione con la sua scultorea installazione realizzata con nuove tecniche e materiali; ideam (spazio occupato nel padiglione, n.d.r.) per l'installazione video della giovane italo libanese Adelita Husny-Bey, che nel suo progetto ha coinvolto un gruppo di adolescenti di New York.

Di più non è dato sapere, Cecilia Alemani mantiene il massimo riserbo sui particolari, del resto come non darle ragione: Se sin da ora si svelano i dettagli, della 'magia', cosa rimane?? 


Già pubblicato su equilibriarte.net