venerdì 26 febbraio 2021

La reinterpretazione del classico: dal rilievo alla veduta romantica nella grafica storica

1. Luigi Rossini Frontespizio della Raccolta “Antichità di Cora […]”, 1823 53 × 75 cm, incisione all’acquaforte Collezione Biblioteca dell’Accademia di architettura, Mendrisio

Il m.a.x. museo di Chiasso rende noto che il due marzo p.v. riapre le porte al pubblico con una nuova mostra: "La reinterpretazione del classico: dal rilievo alla veduta romantica nella grafica storica" che sarà possibile visitare sino al 12 settembre 2021.

L’esposizione, che è curata da Susanne Bieri e Nicoletta Ossanna Cavadini con il contributo di Massimo Lolli, Pierluigi Panza, Mauro Reali e Angela Windholz, presenta la produzione incisoria dell’Antico nel Settecento e nell’Ottocento ripercorrendo il fenomeno storico della reinterpretazione e della fortuna critica del classico.

Nelle sale del m.a.x. museo sarà possibile ammirare quasi duecento incisioni all’acquaforte, a bulino e puntasecca di rara bellezza, stampe acquarellate, litografie e cromolitografie. Saranno esposte, fra le altre, le incisioni volute da Johan Joachim Winckelmann per rappresentare l’antico, le stupende acqueforti di Giovanni Battista e Francesco Piranesi, le suggestive incisioni di Luigi Rossini e le molte vedute fra cui quelle di Nicolas-Marie-Joseph Chapuy, di Johann Jakob Wetzel, paesaggi delle città europee mete del Grand Tour, affiancati ad alcuni pregevoli reperti archeologici (monete, medaglie e marmi). Esposta in bacheca vi sarà inoltre una raccolta di incisioni di Luigi Rossini, resa sfogliabile in formato digitale, con un sistema No-Touch.

Presso la Biblioteca comunale di Chiasso (Via Alfonso Turconi 3) sarà esposta una rassegna di pubblicazioni sulle guide di viaggio fra Settecento e Ottocento con illustrazioni grafiche.

L'esposizione è il risultato della sinergia con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la Biblioteca dell'Accademia di architettura USI di Mendrisio, la Biblioteca Cantonale di Lugano, l’associazione Avvenire dell’Antico (AdA) e una fitta rete di collezionisti privati; è resa possibile grazie al Dicastero Educazione e Attività culturali del Comune di Chiasso, con il sostegno della Repubblica e Cantone Ticino-Fondo Swisslos, dell’Aiuto federale per la lingua e la cultura italiana, dall’AGE SA, dell’associazione amici del m.a.x. museo (aamm).


La reinterpretazione del classico: dal rilievo alla veduta romantica nella grafica storica

Da martedì 2 marzo 2021 a domenica 12 settembre 2021

Orari:

martedì−domenica−aperture speciali

10.00 − 12.00

14.00 − 18.00

lunedì chiuso


m.a.x. museo

Via Dante Alighieri 6

6830 Chiasso

T +41 (0)58 122 42 52

F +41 (0)58 122 48 96

info@maxmuseo.ch

Nessun commento:

Posta un commento