martedì 26 novembre 2019

Antonio Cutino e la Palermo del ‘900. Nel segno della tradizione

Dal 26 novembre 2019 al 19 gennaio 2020 presso Villa Malfitano Whitaker (Palermo, Via Dante, 167) si terrà la mostra dedicata all’opera di Antonio Cutino, pittore palermitano d’elezione, che dalla tradizione tardo-ottocentesca italiana, troppo spesso dimenticata, ha tratto tecnica, ideali e ispirazione. Curata da Giacomo Fanale, " Antonio Cutino e la Palermo del ‘900. Nel segno della tradizione" verrà inaugurata quest'oggi, alle ore 11:30

Vividi sguardi in sorridenti volti di giovani donne apparentemente solari, figure femminili in immagini di genere di umana familiarità, squarci di paesaggi verdeggianti di ville mediterranee, vedute di scogli emergenti tra onde increspate di luce riflessa, visioni marine di pescatori sotto cieli nuvolosi, nature morte in semplici interni con luminosi drappeggi. 

Sono questi i soggetti più frequenti che accolgono nella sede espositiva di Villa Malfitano il visitatore della mostra dedicata all’opera, protrattasi nel tempo per lunghi decenni del Novecento, di Antonio Cutino, pittore palermitano d’elezione, che dalla tradizione tardo-ottocentesca italiana, troppo spesso dimenticata, ha tratto tecnica, ideali e ispirazione. 

Il quadro multiforme di un mondo vero che emerge con evidenza dalla sua opera pittorica è il risultato di un’osservazione attenta e coinvolta di un’umanità e di una natura spiate con curiosità sempre viva nella normalità della vita quotidiana. La mostra di Villa Malfitano è una testimonianza, forte ma sommessa e discreta, dell’evoluzione, assai particolare, della società comune palermitana verso la modernità in decenni cruciali nella storia del suo sviluppo.


Antonio Cutino e la Palermo del ‘900. Nel segno della tradizione
Dal 26 novembre 2019 al 19 gennaio 2020

VILLA MALFITANO WHITAKER
Palermo, Via Dante, 167
Orario di apertura
Dal lunedì al sabato: 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00 Domenica e festivi: 10.00 – 13.00 (pomeriggio chiuso) Giorni di chiusura: 24, 25, 26 dicembre 2019 e 1 gennaio 2020 Aperture straordinarie: 8 dicembre 2019 e 6 gennaio 2020 (con orario festivo, 10.00 – 13.00)